Roma: un test ai cittadini sulla qualità della vita

26/06/2014 di Redazione
Roma: un test ai cittadini sulla qualità della vita

Un indagine Asp rivela il malcontento dei cittadini romani, dagli abitanti delle semiperiferie al centro della città: il voto complessivo medio della vita a Roma è di 5,71, in flessione rispetto allo scorso anno.
Sebbene il 57% dei cittadini abbia assegnato alla qualità della vita nella Capitale un voto superiore a 6 la valutazione complessiva non raggiunge comunque la sufficienza perché sono state in forte calo le valutazioni positive, specialmente da parte degli abitanti delle semiperiferie tra la fascia verde e il Gra. L'indagine è stata condotta tra il 6 marzo e il 17 aprile 2014 su un campione totale di 2000 interviste telefoniche, questi i dati: I giudizi più negativi riguardano la pulizia stradale della città, il 54% dichiara un sensibile peggioramento e soltanto il 9,9% ritiene la situazione migliorata, ma nel complesso il voto è ben lontano dalla sufficienza: 4.0. Stesso per i trasporti, il cui voto complessivo raggiunge il 4 e mezzo, e per la viabilità soprattutto in automobile ma anche in bici e in moto: il 65,1 dei romani la dichiara nettamente peggiore rispetto a due anni fa. Inoltre è stata richiesta ai romani una valutazione esplicita sull'andamento generale dei servizi pubblici negli ultimi due anni. Il 12,3% ritiene che siano migliorati, il 50% non ha notato cambiamenti e per il 37,4% sono peggiorati. I voti più alti spettano ai servizi culturali e al call center 060606. Asili nido, farmacie comunali e servizi sociali municipali raggiungono quasi il 6,5, mentre nell'ambito nella cultura i voti sono dedicati alle singole strutture: 8,1 al Palaexpo, 8 all'Auditorium, 7,7 ai musei comunali romani, 7,2 alle biblioteche comunali e 6,9 al Bioparco. Nel complesso questo è il settore più gradito dai cittadini romani, ritenuto efficiente e positivo nella loro vita urbana.