Terra dei Fuochi: nuove misure per la tutela ambientale

19/06/2014 di Redazione
Terra dei Fuochi: nuove misure per la tutela ambientale

Sono state estese le indagini nella "Terra dei Fuochi" in Campania con il subentro dei presidenti di Regione ai commissari straordinari per la mitigazione del rischio idrogeologico, la semplificazione delle procedure per le bonifiche, la messa in sicurezza e il recupero di rifiuti (anche radioattivi) e la requisizione degli impianti in caso di effettivo o potenziale pericolo ambientale. La commissione si occuperà inoltre dell'uscita da molte infrazioni Ue e contribuirà alla semplificazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti, oltre a garantire la tutela del mare e delle specie ambientali. Queste le nuove misure contenute nel Dl Ambiente che ha avuto il via libera dal Consiglio dei Ministri.
Nel dettaglio: per il controllo sul rischio idrogeologico i presidenti delle Regioni sono subentrati ai commissari straordinari per economizzare e snellire le procedure macchinose, ed è stato inoltre soppresso l'Ispettorato che era stato istituito ad hoc.
Sarà da oggi possibile estendere i controlli ai terreni agricoli che non sono stati finora oggetto di indagine in quanto coperti dal segreto giudiziario. Il decreto legge ha ridotto i commissari per la Via (Valutazione Impatto Ambientale) e la Vas (Valutazione Ambientale Strategica) da50 a 40, e tutti loro dovranno essere in possesso di precisi requisiti professionali e formativi, con lo scopo di garantire una maggiore efficienza nei controlli. Con l'intento di prevenire ed evitare le emergenze relative alla raccolta dei rifiuti il decreto sancisce che la requisizione in uso degli impianti potrà avvenire anche solo in caso di rischio potenziale per la tutela dell'ambiente, per evitare episodi drammatici e gravemente dannosi anche perla popolazione.  Le nuove misure normative, insomma, delegando poteri e competenze ad organismi più presenti e familiari al territorio si propone di incrementare l'efficienza di misure e interventi risolutivi e preventivi; lo stesso articolo è stato esportato a Roma per far fronte all'emergenza rifiuti.