Lazio: le sanzioni europee per l'acqua all'arsenico

17/07/2014 di Redazione
Lazio: le sanzioni europee per l'acqua all'arsenico

Partita la procedura di infrazione per l'acqua all'arsenico nel viterbese. L'Ue ha deciso di sanzionare la Regione Lazio per l'inadempienza nel porre rimedio alla tragica situazione. La Regione ha dichiarato che stanzierà 110 milioni di fondi europei per installare impianti per la miscelazione delle acque. Miscelare le acque della Tuscia con altre prive di arsenico, per abbassarne i livelli e permetterne l'utilizzo sicuro. Il progetto prevede di unire le acque del lago di Bolsena con quelle provenienti dall'acquedotto di Peschiera, sulla base di alcuni studi che ne dimostrano la fattibilità ela sicurezza. La Regione aveva infatti risposto alla nota europea con una dichiarazione secca con cui faceva il riepilogo dell'emergenza, "che si trascina dal 2001, anno in cui è stata recepita la direttiva poi sottoposta a richiesta di deroghe da parte del governo".