Morena: i cittadini propongono la raccolta porta a porta

17/07/2014 di Redazione
Morena: i cittadini propongono la raccolta porta a porta

Più volte negli ultimi mesi di crisi nella raccolta rifiuti il Comitato di Quartiere e i cittadini di Morena (Municipio Roma VII) hanno segnalato gravi disservizi all'Ama e lo stato fatiscente di gran parte dei cassonetti, rotti e privati delle pedaliere, condizione che costringeva i residenti ad accumulare i rifiuti fuori dai raccoglitori predisposti con conseguenze disastrose per il decoro urbano. Tali segnalazioni non sono mai state prese in considerazione dall'azienda, anzi gran parte dei cassonetti sono stati rimossi e mai sostituiti. Questo ha accresciuto il malcontento e il malessere tra i cittadini, che ogni giorno inondano i social network di foto e proteste e iniziano a ponderare l'esigenza di un'azione legale tramite le associazioni dei consumatori, almeno per decurtare la quota di TARI relativa ai giorni in cui non è stato prestato il servizio. Il Comitato di Quartiere si è pertanto rivolto espressamente a Roma Capitale in cerca di garanzie e promesse, chiedendo con urgenza la bonifica di tutto il territorio e il ripristino della regolare raccolta quotidiana dei rifiuti.
Inoltre i cittadini chiedono al sindaco Marino la possibilità di organizzare e autogestire una raccolta differenziata "porta a porta spinta" come già previsto dalla risoluzione n.1 del 16.1.2014 del Consiglio del VII Municipio col fine di evitare il riprodursi di situazioni analoghe e preservare i comuni limitrofi, innescando un circolo virtuoso di buone pratiche anche a Ciampino, Grottaferrata, Frascati e Marino. Il sindaco riceverà le firme di tutti i residenti che sottoscriverannola proposta. Le iniziative autonome dei cittadini di Roma e provincia, disposti ad autogestirsi piuttosto che attendere invano un intervento dell'Ama, rivelano la profonda crisi dell'azienda in questo momento e la carenza dell'intervento di Roma Capitale nel gestire in maniera efficace la questione problematica, specie nelle zone più periferiche della città.