Compravendita del libro usato: per risparmiare e per nostalgia

28/08/2014 di Redazione
Compravendita del libro usato: per risparmiare e per nostalgia

In questo periodo di crisi economica da anni fioriscono iniziative per il riuso e il baratto degli oggetti usati: vestiti, scarpe e mobili, ora in vista dell'apertura delle scuole è il turno dei libri. Comincia la corsa al libro usato, una tendenza trasversale che unisce le diverse generazioni, non solo libri di narrativa ma anche materiale didattico per scuole medie, superiori e università. Le occasioni per vendere o acquistare un libro usato sono le più diverse: dal classico mercatino a internet dove nascono diversi siti che consentono la compravendita in pochi click. Libri scolastici particolari possono essere catalogati e ricercati con l'inserimento del codice del libro per evitare brutte sorprese o facili scambi tra le diverse edizioni non aggiornate. Tra i siti più conosciuti ci sono Libraccio.it, Yebud.it, Compro vendo libri.it e Libro scambio, tutti siti gratuiti che dopo una rapida iscrizione consentono di pubblicare i propri titoli su una biblioteca online da consultare da pc, tablet o smartphone. Da sempre il mercatino del libro usato conserva il suo fascino: ce ne sono diversi in tutta Italia in particolare nei mesi di agosto e settembre per veicolare lo scambio di libri prima dell'inizio della scuola. Nella città di Roma e provincia ecco alcuni indirizzi in cui è possibile esaminare, toccare e contrattare sul prezzo di vendita di libri usati: lungotevere Oberdan, Melbookstore in via Nazionale 254-255, Largo Colli Albani,la libreria Micozziin via Giuseppe Ferrari 39-41, il Centro Giovanile Batti in piazza di Cinecittà 11, Casa Intifada in via di Casal Bruciato 15,la cartolibreria Materazziniin via Nomentana 685,la libreria Calimeroin via Grazia Deledda ad Aprila, a Viterbo in via Giuseppe Tassoni si tiene invece L'arcobaleno, mercatino dell'usato.