25 settembre Giornata Europea delle Lingue: "Mosaico Mediterraneo. Un mare, tre continenti"

25/09/2014 di Redazione
25 settembre Giornata Europea delle Lingue: "Mosaico Mediterraneo. Un mare, tre continenti"

In occasione della Giornata Europea delle Lingue, FOCUS-Casa dei Diritti Sociali organizza il seminario dal titolo " "Mosaico Mediterraneo. Un mare, tre continenti", giovedi 25 settembre dalle ore 15.00 presso i CSV del Lazio Cesv-Spes in via Liberiana n.17 a Roma. 
Nell'Unione Europea si parlano 24 lingue ufficiali "nazionali" e negli ultimi anni oltre 200 sono le lingue  parlate dai cittadini e dai migranti  provenienti da altri paesi e continenti. Nei Paesi dell'UE sono poi riconosciute le lingue regionali o minoritarie in un numero compreso tra le 148 e le 103, a seconda delle classificazioni. In Italia con l'approvazione della legge "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche", si recupera un secolo e mezzo di politica linguistica verso le minoranze caratterizzata da trascuratezza, indifferenza, omissioni.  A partire dal riconoscimento e dalla tutela delle lingue minoritarie,  sono maturi i tempi per l'avvio di sperimentazioni di insegnamento delle lingue minoritarie e dei migranti che sono ormai cinque milioni. Tra gli obiettivi
generali della Giornata europea delle lingue ci sono: la sensibilizzazione sull'importanza dell'apprendimento delle lingue per migliorare il plurilinguismo e la comprensione interculturale, la promozione della diversità linguistica dell'Europa, e l'incoraggiamento a uno studio delle lingue esteso a tutta la vita. Per accettare ed assumere il pluralismo linguistico bisogna facilitare il processo di integrazione dei bambini di origine straniera che  frequentano la scuola italiana affinché sia possibile il loro contributo allo sviluppo del Paese. Permettere alla società di cogliere le opportunità delle trasformazioni in atto verso una società inclusiva e armonica: la lingua d'origine è un aspetto saliente dell'identità. Va inoltre riconosciuta l'importanza  delle lingue minoritarie, delle lingue e delle culture che convivono con noi per dare un segnale chiarissimo di promozione democratica, di inclusione, di cittadinanza.
Leggi il programma