Roma: nuove direttive sul commercio di strada

25/09/2014 di Redazione
Roma: nuove direttive sul commercio di strada

Il tavolo tecnico capitolino per il decoro istituito nello scorso maggio dal Comune e dal Mibact è giunto alla conclusione della prima fase, pubblicando una nuova normativa sull'ubicazione dei banchetti sul suolo pubblico: 69 camion di bar e 11 fiorai con la licenza concessa dal I Municipio sono stati revocati. Il provvedimento coinvolge due aree del I Municipio, quella archeologica centrale che include il Circo Massimo, i Fori Imperiali, il Colosseo e Piazza Venezia e l'area del Tridente e di Trinità dei Monti, con Piazza Navona e Piazza del Pantheon.
Queste saranno le zone storiche da preservare dal commercio di strada e i banchetti con concessione saranno spostati in altre aree del centro storico, individuate con lo scopo di non penalizzare economicamente i commercianti, quindi si tratterà comunque di luoghi ad alta densità turistica. Questo è il primo passo di un intervento che vedrà altre novità tutte volte a riordinare le attività commerciali nel centro storico, rivalutando anche un tariffario complessivo dell'occupazione del suolo pubblico in funzione del prestigio del luogo.
I banchetti posseduti dai 43 urtisti verranno ricollocati in nuovi spazi situati in via di San Gregorio, precisamente nel tratto compreso tra via Celio Vibenna e Porta Capena, non distante da uno degli ingressi del Foro Romano.
Le zone dedicate alle nuove aperture degli 11 fiorai saranno invece due: la prima è a Trinità dei Monti, in cima e ai piedi della scalinata, dove potranno stazionare tre di loro considerata l'anzianità, mentre gli altri 9 dovranno andare in via Carlo Felice, sul marciapiede accanto ai giardini.
I restanti 22 stalli occupati dai camion bar saranno temporaneamente spostati sul  Lungotevere per conservare la loro possibilità di vendere panini, tramezzini e bevande ai passanti in una zona ancora sprovvista di esercizi commerciali. I tratti del Lungotevere adibiti agli spostamenti sono Lungotevere Oberdan, tra piazza del Fante e Ponte Risorgimento, e Lungotevere Testaccio da Ponte Testaccio a Ponte Sublicio, Lungotevere Maresciallo Diaz in prossimità dello Stadio Olimpico e in via della Piramide Cestia, da Piazza Albania a Porta San Paolo. Quasi tutte le zone hanno parcheggi con sosta tariffata.
I commercianti che ricevono le nuove direttive hanno a disposizione venti giorni per presentare le proprie controdeduzioni alla decisione e solo successivamente il Campidoglio riformulerà nuove proposte per arrivare a una determinazione definitiva che a quel punto sarà attuativa.
Quindi dalla seconda settimana del nuovo anno 2015 chi farà una passeggiata nel centro di Roma potrà ammirarne le piazze e i luoghi storici sgomberi dai banchetti e dai camion bar.