Al via la raccolta differenziata per 544mila nuovi romani

09/10/2014 di Redazione
Al via la raccolta differenziata per 544mila nuovi romani

In questi giorni è iniziato a Roma il programma autunnale di estensione del nuovo modello di raccolta differenziata che entro la fine dell'anno coinvolgerà i municipi X, VIII e XIV, oltre 544 mila romani che vanno a sommarsi ai 320mila del municipi IV e XII. L'obiettivo dell'Ama è quello di centrare il 50% di raccolta differenziata entro la fine del 2014.
L'ottimizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti romani si articolerà secondo due modelli: il classico domiciliare/condominiale, cosiddetto "porta a porta", e la raccolta stradale razionalizzata e riorganizzata. In entrambi i casi sussisterà la differenza in 5 frazioni di rifiuto: organico, vetro, carta e cartone, multi-materiale leggero (plastica e metallo) e materiali non riciclabili.
I cittadini del X municipio entreranno da subito nel sistema "porta a porta", queste le zone raggiunte: Infernetto Nord, Infernetto Sud, Colombia, Macchione di Castel Fusano, Castel Porziano, Casal Palocco, Nuova Palocco, Longarina, Stagni di Ostia, Madonnetta (parte del quartiere), Saponara (parte del quartiere), Ostia Antica, Cacciuta, Saline, Bagnoletto, Dragona, Dragoncello, Villaggio S. Francesco, Monti S. Paolo, Casaletto di Giano e Centro Giano.
Nel VIII municipio invece le zone servite dalla raccolta domiciliare saranno le aree di Roma 70, Granai di Nerva, Rinnovamento, Appia Antica, Fotografia, Tor Carbone, Torricola e Fioranello.
Nel XIV municipio le aree coinvolte sono quelle di Monte Arsiccio, Casal del Marmo, Fontanile Nuovo, Ascrea-Casal Sansoni, Stazione di Ottavia, Ottavia, Lucchina-Astaldi-Giardini di Ottavia, Palmarola, Selva Candida, Selva Nera - Morsasco, Riserva Grande, La Storta, Stazione di La Storta, Torre di Spizzichino, Casale di S. Nicola, Area "Via Paravia", S. Maria di Galeria, Tragliatella, Tragliata e Valle Santa.
La campagna informativa avrà un ruolo fondamentale nel cambiamento della raccolta: Ama e Roma Capitale lavoreranno in stretta collaborazione con le amministrazioni dei nuovi municipi coinvolti con lo scopo di motivare e responsabilizzare gli utenti. I cittadini si sono già raccolti in comitati di quartiere, associazioni e parrocchie e sono stati istituiti oltre 90 punti informativi, fissi e mobili, in grado di fornire agli utenti tutte le indicazioni necessarie. Gli info point fissi sono raggiungibili presso le 3 sedi municipali in via Benedetto Croce 50, via dei Lincei 93 e in largo delle Sette Chiese 23. I primi due aperti dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30, l'ultimo dal martedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 e il martedì e il giovedì anche dalle 14:30 alle 16:30. Inoltre sono stati allestiti numerosi info point presso le stazioni della metro: San Paolo, Marconi, Garbatella e Piramide e presso le fermate FS della linea Piramide di Acilia e Osta Antica, Casal Bernocchi e Lido Nord, Lido Centro e Stella Polare.
Per i nuovi municipi coinvolti Ama ha già provveduto a consegnare il kit di avvio del servizio: una bio pattumiera areata da 10/20 litri con una dotazione di 80 sacchetti biodegradabili e compostabili, tre borse personalizzate per la raccolta di carta e cartone, contenitori in vetro, contenitori in plastica e metallo. Per quanto riguarda le piccole villette i residenti stanno ricevendo la biopattumiera più i secchi per gli altri tipi di rifiuto da esporre nei giorni prestabiliti per la raccolta.
Nuovi cassonetti saranno in questi giorni posizionati accanto alle campane stradali per i contenitori in vetro. Il nuovo servizio Ama prenderà piede progressivamente nei quartieri, a cominciare da lunedì 13 ottobre e adoperando per il primo periodo una politica più flessibile sugli obblighi della raccolta per consentire ai cittadini di abituarsi, pertanto rimarranno a disposizione anche i classici cassonetti stradali per qualche settimana. Le sanzioni per le trasgressioni alla corretta raccolta differenziata vanno dai 100 ai 300 euro, ma nel primo periodo gli ispettori presidieranno le nuove zone coinvolte esclusivamente a scopo informativo, senza la facoltà di multare i residenti.
Il coinvolgimento di nuove zone ad alta densità nella raccolta differenziata rientra negli obiettivi fissati dal "Patto per Roma", progetto partito a novembre 2012 nel III municipio che progressivamente sta coinvolgendo tutti gli abitanti capitolini; attualmente quasi 2 milioni.