Flashmob “Il gioco è un azzardo…scommetti su di te!”

30/10/2014 di Redazione
Flashmob “Il gioco è un azzardo…scommetti su di te!”

Codici insieme a Aduc, Assoutenti Lazio e Focus-Casa dei diritti sociali organizzano un FLASH MOB per dire no al gioco d'azzardo, appuntamento venerdì 31 ottobre alle ore 12.00 in Piazza Montecitorio, Roma (angolo Via Colonna Antonina). Si scenderà in piazza per giocare tutti insieme e allo stesso tempo manifestare, in maniera pacifica, il proprio dissenso nei confronti di un fenomeno che diviene sempre più una piaga sociale.
Per aiutare chi fa i conti con la dipendenza da gioco d'azzardo, le associazioni da luglio 2014 hanno portato avanti un progetto con il contributo della Regione Lazio, dal nome "L'azzardo comincia come/con un gioco…scommetti su di te!".
Fra le iniziative realizzate:
- un numero verde, l'800.72.20.90, che sarà attivo fino al 31 ottobre, giornata conclusiva del progetto
- 40 sportelli e 40 banchetti informativi nelle città laziali
- uno spot, mandato sul canale Moby tv in tutte le stazioni della metro e degli autobus, durante la prima settimana di settembre
- incontri nelle scuole
"Al numero verde sono arrivate numerose segnalazioni - dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, l'associazione capofila del progetto -  soprattutto da parte dei familiari delle vittime della dipendenza".
Secondo le stime 800 mila sono le persone dipendenti dal gioco. 2 milioni i giocatori sociali a rischio dipendenza.  Sono soprattutto i soggetti più deboli a cadere nella trappola. Anziani soli, separati o disoccupati che fanno di tutto pur di recuperare le somme necessarie per tentare la fortuna.
Tantissimi i soldi spesi in generale dagli italiani nel gioco, 17 miliardi di euro solo nel 2013. Buona parte (oltre la metà) vengono "giocati" con le slot machine che numerose indagini hanno riconosciuto come gestite dalla criminalità organizzata.
Il gioco rappresenta anche un costo per lo Stato: le stime parlano di 6 miliardi l'anno destinati alla spesa sanitaria e giudiziaria.
"Invitiamo - aggiunge il Segretario Giacomelli - a firmare la petizione che abbiamo lanciato su change.org con cui chiediamo di inserire nel nuovo contratto di servizio della Rai il divieto di trasmettere almeno nella fascia protetta gli spot sul gioco d'azzardo su tutte le reti dell'azienda".
Sono stati invitati:
Tutti i membri della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi
Olimpia Tarzia, consigliere Regione Lazio, membro Commissione politiche sociali e prima firmataria della proposta di legge regionale contro la ludopatia
Sabrina Alfonsi, Presidente I municipio Roma
Emiliano Monteverde, Assessore Politiche Sociali I municipio Roma
Fabio D'Andrea, Vice Segretario FMMG Lazio
Rita Visini, Assessore Politiche sociali e Sport della Regione Lazio
Concettina Ciminiello, Assessore Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza della Regione Lazio
Guido Fabiani, Assessore Sviluppo economico e Attività produttive Regione Lazio
Eugenio Patanè e Cristian Carrara, Presidente e Vice presidente della commissione V Cultura, diritto allo studio, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport e turismo Regione Lazio
Fabrizio Santori, consigliere della Regione Lazio