Metro C: annullata l’inaugurazione dell’11 ottobre

09/10/2014 di Redazione
Metro C: annullata l’inaugurazione dell’11 ottobre

L'inaugurazione della prima tratta della terza linea di metropolitana della Capitale, prevista per sabato 11 ottobre, è stata bloccata per motivi di sicurezza. La tratta, la Pantano-Centocelle sembrava pronta, ma a tre giorni dall'inaugurazione non è ancora arrivato il nulla osta, necessario per mettere in funzione il servizio. Il ministero dei Trasporti ha spiegato che vi sono ancora grosse problematiche strutturali da risolvere.
La riunione della commissione deputata presso il ministero, l'Ustif, ha fatto emergere una serie di criticità, prima tra tutte la sicurezza. Il collaudo del programma di guida automatico ha infatti avuto esito negativo. La commissione ha quindi deliberato di ritardare l'inaugurazione, proprio allo scopo di evitare quella serie di disservizi che aveva caratterizzato l'apertura del tratto B1 il giugno dell'anno passato.
In aggiunta a ciò, i tre enti finanziatori (Regione Lazio, Roma Capitale e Ministero dei Trasporti) avrebbero deliberato che il cantieri dovrebbero proseguire fino in Prati. Annullata quindi l'ipotesi del capolinea a Piazza Venezia. Ma il capolinea a Ottaviano, che consentirebbe l'intersecarsi con la linea A, sembra comunque un progetto lontano. Sono infatti stati necessari sette anni per preparare la tratta più periferica della linea C, con un ritardo di 3 anni e mezzo sul cronogramma previsto.
Lo stop, ad ogni modo, non dovrebbe durare più di qualche settimana, o almeno questo è l'auspicio del Campidoglio, già gravato da una serie di preoccupazioni derivanti dalle indagini della Corte dei Conti, che ha contestato un danno erariale di 368 milioni di euro a 16 persone fra amministratori, dirigenti di Roma Metropolitane e rappresentanti del Consorzio Metro C, in aggiunta agli accertamenti su rincari e subappalti.