Intolleranze alimentari: arriva l'obbligo di esporre gli ingredienti nella ristorazione

27/11/2014 di Redazione
Intolleranze alimentari: arriva l'obbligo di esporre gli ingredienti nella ristorazione

Una nuova norma prevista da un regolamento comunitario prevede che dal 13 dicembre tutti gli esercizi di ristorazione siano obbligati ad esporre minuziosamente la composizione dei piatti elencati nel menù, proprio come fosse un bugiardino medicinale.
Il provvedimento è stato pensato per le persone afflitte dalle intolleranze alimentari, un fenomeno sempre più diffuso di cui nella maggior parte dei casi sono colpevoli proprio gli allergeni presenti nelle pietanze dei bar e dei ristoranti, dal glutine al lattosio. Ad oggi i cosiddetti "intolleranti" sono 21 milioni in Europa, 2 milioni e mezzo solo in Italia.
La nuova norma non coinvolgerà solo i ristoranti ma tutte le imprese alimentari, produttrici di cibi confezionati e non: l'etichetta dovrà sempre riportare la presenza dei componenti pericolosi e la quantità, quindi ad esempio si dovrà segnalare l'esatta percentuale di glutine e lattosio presenti nella pasta e nella mozzarella, o il sedano utilizzato nelle passate di pomodoro per fare il sugo, o ancora i crostacei, tracce di uova, soia, senape o molluschi.
Lo scopo di tale intervento è quello di garantire sempre di più al consumatore la trasparenza di quello che mangia, consentendo la possibilità di una scelta consapevole per tutelare la propria salute. Di contro, gli esercizi commerciali più piccoli già protestano contrariati rivendicando l'artigianalità del mestiere: "non siamo chimici, e ciò che rende famosa l'enogastronomia italiana nel mondo è proprio la ricchezza di ingredienti locali che variano a seconda della stagione". Limitarsi ad una cucina sempre uguale a se stessa è per loro mortificante, ha spiegato Massimo Zanon, il presidente della Confcommercio Veneto, la regione che più fortemente si è scagliata contro il nuovo regolamento.
Se è vero che da una parte la tutela dell'estro culinario è una risorsa importante nel nostro paese, dall'altra parte c'è un'esigenza sempre maggiore dei cittadini di informarsi e conoscere meglio quel che si consuma,a cui il settore della ristorazione deve necessariamente adeguarsi.