Roma: dove sono i servizi pubblici?

27/11/2014 di Redazione
Roma: dove sono i servizi pubblici?

L'Agenzia per il controllo e la qualità della vita di Roma ha diffuso i dati relativi ai voti che i romani danno ai servizi pubblici della capitale.
Risulta evidente il netto peggioramento degli indicatori esaminati. Gli aspetti più critici riscontrati hanno a che fare con il decoro urbano e la pulizia delle strade: "per quanto attiene il servizio di igiene urbana e in particolare il decoro e la pulizia della città i cittadini giudicano severamente il servizio esprimendo un voto ben al sotto della sufficienza (voto medio 4). Da un monitoraggio effettuato dall'amministrazione capitolina si evince che nel secondo trimestre 2014 c'è stato un crollo degli indicatori precedentemente monitorati che si sono collocati quasi tutti al di sotto degli obiettivi fissati con il contratto di servizio".
Problematica anche la situazione del trasporto pubblico locali, considerato dai romani, che continuano a preferire il mezzo privato al pubblico, un "bene inferiore". A Roma continua a non corrispondere "un'offerta di trasporto pubblico adeguata", una situazione inaccettabile dato il ruolo centrale di Roma come capitale. L'ingrandimento dell'area metropolitana ha sottolineato le forti criticità dei collegamenti con i comuni dell'hinterland romano, che aumenta l'uso dei mezzi privati per gli spostamenti nella Provincia di Roma, pari al 60% del totale.
Un'ulteriore entrata in quest'ambito è data dal cambiamento delle motivazioni dei romani agli spostamenti, che oggi avvengono principalmente per lavoro, studio o motivi familiari, e che risentono dall'"offerta del servizio insoddisfacente per i romani" su cui pesano gli effetti della razionalizzazione (che ha comportato un forte ridimensionamento di corse e mezzi). Nel 2013, dati gli enormi buchi nel bilancio, l'azienda del trasporto pubblico locale si è vista costretta a tagliare il 6% delle vetture rispetto ai chilometri percorsi in città. Anche l'anno in corso ha visto un proseguimento di quest'opera di razionalizzazione, che però non è stato seguito da un aumento dei servizi della metropolitana.
L'amministrazione capitolina non si è detta spaventata dal rapporto. L'assessore ai Trasporti Guido Improta ha dichiarato: "noi sin dall'inizio del mandato abbiamo avuto ben chiaro quali fossero i problemi da affrontare e ci stiamo lavorando". La situazione odierna non è certo scaturita da una problematica attuale, ciononostante è chiaro che il ruolo del Comune, oggi, consiste nel dare una forte svolta. 
Clicca qui per consultare la relazione integrale.