Villa Verde, il comitato di quartiere chiede al comune la gestione del parco

04/12/2014 di Redazione
Villa Verde, il comitato di quartiere chiede al comune la gestione del parco

Sono sempre in maggior numero a Roma le associazioni di cittadini - spesso Comitati di Quartiere - che si prendono cura delle aree verdi che il Servizio Giardini di Roma Capitale non riesce più a manutenere in maniera adeguata. Ciò accade anche per Villa Verde, un parco pubblico periferia est della Capitale, dove il Comitato di Quartiere ha lanciato un appello al Dipartimento Periferie e al Presidente del Municipio Marco Scipioni per chiedere la gestione del parco sito in via del Torraccio, oggetto di un recente intervento di bonifica.
A breve l'area verde dovrebbe essere aperta al pubblico, ma la preoccupazione del Comitato di Quartiere è che sopraggiungano vandali a vanificare il lavoro svolto e il risultato ottenuto e, a tal fine, lancia un appello al Campidoglio e al Municipio per chiederne la gestione.
Come specificato nella lettera, a breve il parco "dovrebbe essere recintato e fruibile dai cittadini", ma vi è il timore che "giungano dei vandali a rovinare quello che oggi abbiamo lottato per ottenere". Con queste motivazioni viene giustificata la richiesta del Comitato di Quartiere di prendere in consegna l'area. "Non richiediamo l'utilizzo del parco in via esclusiva" specificano dal Comitato, piuttosto la possibilità di "renderlo vivibile e a disposizione del quartiere e di tutte quelle realtà che richiederebbero l'utilizzo dell'area. "Ci farebbe piacere inoltre - conclude il Comitato di Quartiere - che per l'ufficializzazione della consegna del parco e a titolo di buon augurio, vengano coinvolte le scuole del luogo con un concorso che coinvolga il quartiere."
Tale episodio, seppur positivo, dal momento che mette in luce le buone pratiche di cittadinanza attiva nelle difficili periferie della Capitale, apre uno spunto di riflessione sulla condizione in cui versano le Istituzioni municipali, costrette a delegare anche i servizi di base, essenziali a garantire una migliore qualità della vita ai cittadini romani.