Commissione nazionale asilo: i dati aggiornati del 2014

22/01/2015 di Redazione
Commissione nazionale asilo: i dati aggiornati del 2014

La commissione nazionale per il diritto di asilo ha aggiornato e diffuso in questi giorni le statistiche relative all'anno appena concluso, tracciando un profilo in crescita dei migranti che nel 2014 hanno chiesto protezione al nostro Paese: le richieste sono state quasi 65.000 ed è cresciuta anche la percentuale dei dinieghi, dal 29% del 2013 al 37% del 2014.
Nel 2013 i richiedenti asilo erano stati 26.620, mentre nel 2014 sono cresciuti a 64.886, una crescita del 144%. Le più frequenti richieste d'asilo nello scorso anno sono venute da cittadini nigeriani (oltre i 10.000, quasi il triplo rispetto al 2013), maliani (quasi 10.000, il quintuplo del 2013), gambiani (quasi 9.000) e pakistani (circa 8.000). Gli incrementi più significativi sono registrati dalle nazionalità ucraina e bengalese, rispettivamente con circa 2.100 richiedenti contro i 34 del 2013 e 4.600 contro i 464. Decrescita invece per le richieste provenienti dalla Somalia, che nel 2013 erano state 2.800 e nel 2014 812.
Sorprendentemente, sono in calo anche i cittadini siriani che chiedono protezione nel nostro Paese: nel 2013 erano stati 635 e nel 2014 appena 505, e malgrado siano i migranti tra i più presenti negli sbarchi e nei salvataggi la loro intenzione una volta raggiunte le nostre coste è quella di lasciare l'Italia e dirigersi nella maggior parte dei casi verso il nord Europa.
Il dato più drammatico è quello dell'aumento dei minori non accompagnati: tra il 2013 e il 2014, secondo i dati aggiornati, sono passati da 805 a circa 2.600. Il totale delle protezioni umanitarie concesse nel 2014 ammonta a 10.091, in crescita rispetto al 2013, dal 24% al 28% delle domande esaminate.
Le protezioni sussidiarie invece sono calate, dal 24% al 22% per un totale di 8.121, mentre le concessioni dello status di rifugiato sono rimaste pressoché uguali, circa 4.000.