Istituito un gruppo di studio sulla gestione dell’accoglienza profughi

29/01/2015 di Redazione
Istituito un gruppo di studio sulla gestione dell’accoglienza profughi

Dall'inizio di gennaio è stato istituito un gruppo di studio presso il Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'Interno, composto da esperti indipendenti che dovranno elaborare un documento che valuti l'impatto, in termini di analisi costi-benefici, prodotto dagli investimenti pubblici effettuati in favore del sistema di accoglienza nazionale.
Dal principio delle primavere arabe fino ad arrivare al picco di sbarchi e soccorsi nel Mediterraneo registrato nel 2014, nel nostro Paese è progressivamente cresciuta la spesa pubblica per gestire l'accoglienza dei rifugiati.
L'intervento di costituire un gruppo di studio ora è voluto dal Viminale che intende approfondire tre punti chiave circa gli investimenti nel settore: c'è necessità innanzitutto di valutare nel particolare l'attuale fenomeno migratorio soprattutto per immaginare le prospettive future, bisogna poi valutare e quantificare gli investimenti pubblici diretti e indiretti con una relativa analisi dei costi e dei benefici, e infine sarà utile rintracciare le buone pratiche per migliorare effettivamente l'efficacia del sistema dell'accoglienza.
Il gruppo di studio sarà coordinato da Antonio Golini, ordinario di Demografia presso La Sapienza di Roma, e tra i membri del gruppo ci saranno Stefano Costa dell'Istat; Aly Baba Faye, Sociologo; Enzo Maria de Le Fevre Cervini dell'Università LUISS Roma; Luca Pacini dell'ANCI; Paolo Pinotti dell'Università Bocconi Milano; Chiara Tronchin della Fondazione Leone Moressa; Andrea Facchini dalla Regione Emilia Romagna.
Il gruppo dovrà terminare il suo lavoro entro il 30 giugno 2015.