Italia: disoccupazione record nel 2014

08/01/2015 di Redazione
Italia: disoccupazione record nel 2014

Mentre la Germania dichiara un calo della disoccupazione da minimo storico, l'Istat rivela che il tasso dei senza lavoro in Italia cresce rapidamente di anno in anno, raggiungendo nel novembre 2014 quota 13,4%, 0,2 punti percentuali in aumento rispetto a ottobre. In numeri, questo significa che a novembre il numero dei disoccupati toccava i 3 milioni e 457mila. Si tratta del massimo storico, e il fenomeno riguarda in particolar modo i giovani: gli italiani tra i 15 e i 24 anni di età in cerca di lavoro sono 729mila e rappresentano oltre il 12% dei loro coetanei.
Gli "inattivi", ovvero i disoccupati che non sono nemmeno in cerca di lavoro tra i 15 e i 64 anni diminuiscono dello 0,1% rispetto all'ottobre 2014, e tra i 15 e 24 anni dello 0,3%; questo significa che gli inoccupati cercano lavoro più di prima, ma continuano a non trovarlo e vanno a nutrire le schiere dei disoccupati che non trovano un impiego.
Giuliano Poletti ha commentato che i dati diffusi dall'Istat evidenziano tristemente l'allineamento dell'occupazione con il quadro economico del nostro Paese, dove l'andamento del mercato del lavoro segue naturalmente le evoluzioni e le sorti degli altri mercati.
Nel complesso, in Europa, il tasso di disoccupazione rilevato al novembre 2014, all'11,5%, è in calo rispetto allo scorso anno, quando era all'11,9%, nonostante l'apporto tragicamente negativo dell'Italia.