Italicum, al via l’esame al Senato. Premio di maggioranza al 40 per cento e soglia sbarramento al 3 per cento

08/01/2015 di Redazione
Italicum, al via l’esame al Senato. Premio di maggioranza al 40 per cento e soglia sbarramento al 3 per cento

Due emendamenti decisivi che recepiscono le linee guida indicate dal premier Matteo Renzi sono stati depositati in  Senato: il primo sul premio di maggioranza alla lista (e non più alla coalizione) che supera il 40% - e non più il 37% - dei voti. Il secondo sulle soglie di sbarramento per i partiti non coalizzati abbassate dall'8% al 3%. Secondo gli emendamenti, ogni lista, nel momento in cui viene presentata, ha un candidato capolista e un elenco di candidati. La proposta di modifica stabilisce anche che "i candidati sono collocati in lista secondo un ordine alternato di genere" e che "a pena di inammissibilità della lista, nel numero complessivo dei candidati capolista nei collegi di ciascuna circoscrizione non possono esservi più del sessanta per cento di candidati dello stesso sesso, con arrotondamento all'unità superiore". Per l'elezione della Camera dei deputati saranno costituiti 100 collegi plurinominali. Ogni elettore "dispone di un voto per la scelta della lista" su un'unica scheda contenente il contrassegno di ciascuna lista e il nome dei relativi candidati. L'elettore potrà "esprimere uno o due voti di preferenza" e in caso di espressione della seconda preferenza "a pena di nullità della medesima preferenza" l'elettore dovrà scegliere "un candidato di sesso diverso rispetto al primo".