Capodanno cinese a Roma: grande festa nella capitale

12/02/2015 di Redazione
Capodanno cinese a Roma: grande festa nella capitale

Il prossimo 19 febbraio sarà il capodanno cinese, il primo giorno dell'anno della capra che secondo la tradizione cinese simboleggia l'opportunità di ricchezza in famiglia e la prosperità. La capitale si mobilita completamente per festeggiare l'avvento del nuovo anno, e le celebrazioni iniziano da oggi: dalle ore 20 nella sala Sinopoli del Parco della Musica andranno in scena danze tradizionali e coreografie di acrobati cinesi, mentre nella giornata di sabato 14 partirà una parata che attraverserà il centro da via del Corso a piazza del Popolo tra la tipica danza del leone e la musica tradizionale.
Proprio in piazza del Popolo, ad accogliere la parata, ci sarà l'ambasciatore cinese Li Ruiyu che introdurrà le esibizioni di artisti marziali, danzatori e acrobati fino alle 18,30, quando inizierà uno spettacolo pirotecnico che si annuncia spettacolare , gemello di quello sulle rive del fiume Huangpu di Shangai.
L'anno che sta finendo è il 4713, l'anno del cavallo di legno. Il calendario cinese, contrariamente al nostro, è basato sia sui movimenti del sole che su quelli della luna ed è chiamato calendario "lunisolare", come quello ebraico e quello celtico. I 12 segni di animali si combinano con i 5 elementi dando luogo a ciclo di 60 anni in cui ogni animale viene affiancato ogni volta da un elemento diverso che ne modifica caratteristiche e tendenze.
Questo in arrivo secondo la tradizione è un anno particolarmente fortunato e anche per questo i festeggiamenti saranno in grande stile: il prossimo giovedì, 19 febbraio, al Teatro Orione di via Tortona si esibirà una folta delegazione di artisti e musicisti cinesi che presenteranno al pubblico anche strumenti musicali molto antichi come san-hsiei, hulusi o guzheng.
Si festeggerà anche a tavola, allo storico ristorante Green T. tra il Pantheon e piazza Venezia dove il 18 febbraio sarà disponibile un menù gourmet dedicato a una delle scuole di alta cucine cinesi che comprenderà piatti tipici della tradizione rivisitati, oppure da Riso in via Marmorata, da Lin in via Basento, da Ruyi a piazza Cavour o al Grand Dragon in via Nomentana sarà possibile assaggiare menù speciali per il capodanno.