Passo dopo passo

26/02/2015 di Redazione
Passo dopo passo

In quest'ultimo periodo di servizio civile ho pensato molto alla mia esperienza, a ciò che ho provato in ogni singola situazione vissuta durante quest'anno, alle emozioni contrastanti e sempre presenti, quasi difficili da riuscire a esprimere ora, che provo a mettere tutto nero su bianco. Il mio percorso non è stato semplice all'inizio: le difficoltà incontrate sono state molte e spesso proseguire il cammino è stato complicato, una scelta non del tutto scontata. Poi, però, ci sono loro… i meravigliosi ragazzi e bambini della scuola Di Donato, che ogni mattina affollano il cortile, mi salutano, mi abbracciano, mi riempiono di attenzioni e mi vengono incontro anche solo per chiedermi: "Marta ma oggi ci sei in ludoteca?".  Sono loro che riempiono le mie giornate e con i loro sorrisi e la loro vitalità mi "ricaricano" le pile, a volte scariche per il lavoro e le preoccupazioni. Mi piacerebbe nominarli tutti, dai più piccolini con i quali lavoro quotidianamente e ai quali mi sono affezionata tantissimo, ai ragazzi delle scuole medie sempre con la battuta pronta e pieni di speranze e di sogni fino ai fantastici bambini della ludoteca! Ragazzi e bambini speciali non v'è dubbio: ognuno con la sua storia, con le sue tradizioni e la propria personalità, ognuno proveniente da un paese diverso (che è poi questo il bello della Di Donato), che riescono a mescolarsi insieme tra loro dando origine a un mix di culture che rende unica la scuola in tutto il territorio! Ed è così che passo dopo passo ho sentito viva in me la passione per ciò che ho cominciato un anno fa, la voglia di continuare, di andare avanti in questo percorso e di fronteggiare anche le difficoltà, perché senza di esse i frutti che raccolgo ora non avrebbero lo stesso sapore. Devo ringraziare anche chi mi ha fatto sentire forte il sostegno, l'amore, le maestre che mi hanno voluto fortemente e mi hanno incoraggiato sempre, ricordandomi il senso di tutto quello che stavo facendo. Oggi mi sento una persona arricchita di tante esperienze e sono certa che alla fine tutto questo ha avuto un senso profondo e fondamentale per me e la mia vita.