A Napoli, “Le vittime di tratta e i flussi dei richiedenti asilo: uno strumento per l’identificazione e la tutela"

26/03/2015 di Redazione
A Napoli, “Le vittime di tratta e i flussi dei richiedenti asilo: uno strumento per l’identificazione e la tutela"

Sarà presentato il 30 marzo a Napoli il protocollo d'intesa per l'identificazione ed il supporto delle vittime di tratta e sfruttamento all'interno dei percorsi rivolti ai richiedenti asilo. Titolo dell'incontro "Fragilità confuse. Le vittime di tratta e i flussi dei richiedenti asilo: uno strumento per l'identificazione e la tutela". Appuntamento alle ore 10.30 presso la Prefettura di Napoli, in Piazza del Plebiscito, Sala Profili.
Le persone coinvolte nella tratta di esseri umani, in particolare le giovani e giovanissime donne nigeriane sfruttate con l'inserimento coatto nei circuiti di prostituzione, confluiscono sempre più spesso nei percorsi dei richiedenti asilo. Il Protocollo che verrà presentato a Napoli mira a strutturare un rapporto di costante interlocuzione fra le diverse componenti che operano nei percorsi rivolti a vittime di tratta e richiedenti asilo, per superare la frammentazione degli interventi e migliorare la qualità delle risposte offerte dai servizi. Interverranno alla presentazione del Protocollo: Dott.ssa Gerarda Pantalone, Prefetto di Napoli, Dott. Gabriella Dorso, Dirigente Area Immigrazione, Andrea Morniroli e Galuco Iermano, Cooperativa Sociale Dedalus, Simona Marino, Delegata alle Pari Opportunità, Comune di Napoli, Salvatore Fachile, Associazione Studi iuridici sull'Immigrazione, Simona Talamo, Less Onlus. Le conclusioni saranno affidte a Roberta Gaeta, Assessore al Welfare del Comune di Napoli, Rosanna Romano, Direzione Genrale per le Politiche Sociali Regione Campania, On. Giovanna Martelli, Consigliera del presidente del Consiglio dei Ministri in materia di Pari Opportunità.