Sbarchi: oltre diecimila i migranti arrivati negli ultimi giorni

16/04/2015 di Redazione
Sbarchi: oltre diecimila i migranti arrivati negli ultimi giorni

Sono all'incirca diecimila i migranti arrivati sulle coste siciliane negli ultimi giorni. Le Prefetture si stanno attivando per trovare gli alloggi sul territorio italiano. Per la prima accoglienza il ministero sta creando degli hub regionali, come il villaggio di San Giuliano di Puglia (Campobasso) che potrebbe ospitare almeno un migliaio di migranti, in attesa che vengano verificati i requisiti dei richiedenti asilo. Si lavora anche a caserme dismesse dalla Difesa. L'Italia sta affrontando quasi da sola l'emergenza umanitaria in corso nel Mediterraneo, eppure i flussi di migranti e profughi è un tema che dovrebbe riguardare tutta l'Europa. È per questo che Triton, l'operazione di pattugliamento dell'agenzia delle frontiere Ue, va potenziata. Questo è quanto dichiarato dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, parlando con i giornalisti al termine del G7 di Lubecca. Siamo in piena emergenza accoglienza,
anche nella mattinata di giovedì sono 400 i migranti giunti a Palermo, 230 a Messina e altre centinaia a Catania e Trapani che vanno ad aggiungersi a quelli giunti negli scorsi giorni. I centri di accoglienza sono ormai al collasso, soprattutto in Sicilia. "L'Italia sta portando un fardello enorme per conto dell'Europa sul problema dell'immigrazione": così dall' Onu commentato gli ultimi drammatici eventi. Il G7 di Lubecca, ha  accolto almeno a parole la richiesta di Roma di affrontare l'urgenza della crisi libica soprattutto per evitare la tragedia dei profughi che annegano nel Mediterraneo. Intanto arriva il primo si da Montecitorio per istituire il 3 ottobre come giornata della memoria nell'anniversario della strage di Lampedusa. ll 3 ottobre 2013, 366 persone persero la vita nel mare di Lampedusa, in una delle più grandi stragi dell'immigrazione. Uomini, donne e bambini annegarono di fronte alla meta del lungo viaggio alla ricerca di un futuro che li aveva portati ad attraversare l'Africa e il Mediterraneo