20 GIUGNO Giornata del rifugiato, tutte le principali iniziative che l’hanno celebrata

25/06/2015 di Redazione
20 GIUGNO Giornata del rifugiato, tutte le principali  iniziative che l’hanno celebrata

Molte sono state le iniziative che hanno celebrato la Giornata del Rifugiato a Roma e in tutta Italia, forse la più sentita degli ultimi anni, vista la "crisi umanitaria" degli ultimi tempi. Il nuovo rapporto annuale dell'UNHCR Global Trends riporta una forte escalation del numero di persone costrette a fuggire dalle loro case, con 59,5 milioni di migranti forzati alla fine del 2014 rispetto ai 51,2 milioni di un anno prima e ai 37,5 milioni di dieci anni fa. L'incremento rispetto al 2013 è stato il più alto mai registrato in un solo anno.
Come FOCUS-Casa dei Diritti Sociali abbiamo dedicato il nostro spettacolo teatrale "L'approdo" alla Giornata, andato in scena dal 9 al 14 giugno. Lo spettacolo, frutto di un laboratorio durato cinque mesi con alcuni degli studenti della scuola di italiano di via Giolitti, e scritto e diretto da Magda Mercatali, ha toccato i temi cruciali del dramma dell'emigrazione: gli orrori alla base della fuga dai paesi d'origine, le nostre carenze nell'accoglienza ai profughi e al loro inserimento, i luoghi comuni e la strumentalizzazione xenofoba, l'importanza dello scambio interculturale.
Il Centro Astalli ha organizzato, martedì 16 giugno  presso l'Aula Magna della Pontificia Università Gregoriana, un Colloquio sulle migrazioni dal titolo "L'approdo che non c'è. Proteggiamo i rifugiati più delle frontiere".  Il costituzionalista Stefano Rodotà e il direttore generale della Fondazione Migrantes Giancarlo Perego, moderati da Giorgio Zanchini, hanno dato vita a un dialogo sulle principali questioni legate all'asilo in Italia e riportato il dibattito pubblico su un piano di tutela dei diritti e di rispetto della dignità umana. A introdurre il convegno p. Camillo Ripamonti e la testimonianza di Ester, rifugiata dalla Costa d'Avorio. La presentazione di un video, realizzato in collaborazione con Artigiani Digitali, ha permesso di dare voce a diversi rifugiati in Italia e al loro "approdo che ancora non c'è". Ai partecipanti è stato distribuito un testo inedito di Enzo Bianchi, "Lo straniero. Dall'incontro all'ospitalità", discorso pronunciato dal priore di Bose in occasione della presentazione del Rapporto annuale 2015.
L'UNHCR ha celebrato la Giornata del Rifugiato a Firenze, e porta avanti fino al 28 giugno la campagna "Casa dolce casa". Con la campagna l'UNHCR vuole sensibilizzare e raccogliere fondi per quattro fra le più gravi crisi umanitarie degli ultimi decenni: Siria, Iraq, Repubblica Centroafricana e Sud Sudan.  Donando al 45507 è possibile fornire a migliaia di rifugiati e di sfollati in Siria, Iraq, Repubblica Centroafricana e Sud Sudan una tenda per 5 persone, un kit di pentole e una tanica per l'acqua, oggetti essenziali per sentirsi al sicuro in una situazione di emergenza.   Il picco massimo della mobilitazione si è avuto proprio il 20 giugno, infatti in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato con il maxi evento concerto "World Refugee Day Live", a Firenze presso Il Parco delle Cascine (Ippodromo Del Visarno). A esibirsi sul palco sono stati diversi big della musica italiana.
A Roma, sempre sabato 20, l'Assessore alle Politiche Sociali e abitative, Francesca Danese, ha incontrato le associazioni laiche e cattoliche, le cooperative, e i coordinamenti, per aprire un lavoro comune che permetta di affrontare il tema dell'accoglienza attraverso una cabina di regia. 
Invece, nel pomeriggio,  sempre a Roma, al Colosseo, si è tenuta la "Manifestazione nazionale per fermare le stragi nel mediterraneo!",  centinaia le persone presenti.  La manifestazione, organizzata dall'Arci, ha visto  partecipare anche i ragazzi che fino ad un mese fa abitavano il campo di Ponte Mammolo, poi sgomberato. Tra decine di lingue e dialetti differenti, i manifestanti si uniscono in una sola voce, affinché l'Unione Europea riveda le politiche in tema di immigrazione, a cominciare dai respingimenti. "Chiediamo un trattamento umano ed una soluzione abitativa autonoma", recita uno striscione. Tra gli aderenti oltre 300 associazioni. Sempre sabato e sempre a Roma, presso la Città dell'Altra Economia si è tenuta la manifestazione "Per il Diritto alla fuga e alla vita", iniziativa promossa da Roma Capitale, assessorato alle Politiche Sociali, Istituzione Biblioteche di Roma - Roma multietnica, Città dell'Altra Economia, Comitato per un Centro Interculturale a Roma e patrocinata dalla Presidenza della Camera dei Deputati e dall'Unhcr. Laboratori per bambini, testimonianze e performance teatrali e concerti.