A Napoli in scena “Natiki, storia di una Gatta Cenerentola”

23/07/2015 di Redazione
A Napoli in scena “Natiki, storia di una Gatta Cenerentola”

Sarà in scena dal 16 al 18 luglio "Natiki, storia di una Gatta Cenerentola", ispirata al testo di Basile e alle vicende dei milioni di migranti che rischiano la vita per renderla migliore. L'opera sarà presentata presso la Basilica di San Giovanni Maggiore (Rampe San Giovanni Maggiore, traversa di via Mezzocannone). La fiaba di Cenerentola è una delle più diffuse al mondo, se ne contano circa 345 versioni diverse. E' la fiaba universale per eccellenza e attraversa un lungo arco spazio-temporale - la Cenerentola appare per la prima volta nel 570 a.c. in Egitto e in Medio Oriente e, grazie ai commerci lungo la Via della Seta, approda in  Cina del IX secolo fino ad arrivare in Africa in una raccolta di fiabe di Nelson Mandela passando dalla Napoli di Basile con "La Gatta Cennerentola" nel 1634 (prima forma scritta in occidente). Famosissima l'opera di Roberto De Simone. La Gatta Cenerentola è un pretesto per raccontare dell'incontro con i rifugiati dell'emergenza nord-Africa che risiedevano a Piazza Garibaldi a Napoli. Natiki  è, infatti, una rifugiata dei giorni nostri che ha dovuto attraversare momenti di guerra e di morte fino ad arrivare, a bordo di un barcone della speranza, sulle coste di Lampedusa e da qui negli alberghi di Piazza Garibaldi.