A settembre partono i nostri progetti di Servizio Civile Nazionale

30/07/2015 di Redazione
A settembre partono i nostri progetti di Servizio Civile Nazionale

Partiranno il 7 settembre i progetti di Servizio Civile Nazionale di FOCUS-Casa dei Diritti Sociali. Saranno settantuno i giovani che daranno un contributo fondamentale alle nostre attività per un anno e saranno distribuiti in cinque regioni italiane: Abruzzo, Lazio, Campania, Calabria e Basilicata. I progetti che li vedranno come protagonisti  saranno tre: Tutela dei Diritti e Advocacy, Nino torna a scuola e Scuole Popolari per l'apprendimento della lingua italiana. Il primo progetto, ha come obiettivo quello di intervenire sull'assistenza all'integrazione sociale e culturale delle persone straniere, con particolare attenzione ai migranti di recente arrivo in Italia e/o a quelli che presentano una fragilità sociale ed economica. L'obiettivo generale del progetto è quello di prevenire l'esclusione e promuovere processi di integrazione e conquista di una piena autonomia socio economica dei cittadini stranieri. Il secondo progetto, "Nino torna a scuola",  si propone di affrontare la piaga dell'abbandono scolastico, un fenomeno tutt'altro che marginale, in particolare se considerato in relazione ad alcune aree del paese e a determinate fasce sociali. Sostenere l'accesso all'istruzione e il conseguimento di un titolo di studio superiore di minori svantaggiati significa agire su un aspetto sociale strategico, che può garantire un benessere diffuso ai nostri giovani e all'Italia.  La prematura uscita degli studenti dal sistema scolastico è infatti un fenomeno che, se non efficacemente contrastato, potrebbe avere, nel medio-lungo periodo, conseguenze molto negative sullo sviluppo del sistema Paese, determinando un impoverimento del capitale umano. Nino è simbolicamente un ragazzo che, pur vivendo una condizione di fragilità sociale e personale, vuole portare avanti un percorso educativo e di formazione per investire nel proprio futuro.  L'area specifica di intervento del terzo progetto,  "Scuole Popolari", è quella dell'insegnamento della lingua italiana e dell'educazione civica ai migranti, con particolare attenzione ai migranti di recente arrivo in Italia e/o a quelli che presentano una particolare fragilità sociale ed economica. L'obiettivo generale del progetto è quello di garantire l'accesso all'apprendimento della lingua italiana e dell'educazione civica da parte dei migranti, come fondamentale strumento di integrazione nel contesto italiano e come primo passo verso la conquista di una piena cittadinanza fatta di diritti e doveri.
Non vediamo l'ora di iniziare questo nuovo anno, di scambiare esperienze, nuove conoscenze, mettere in atto nuove buone pratiche e contribuire a un futuro di affermazione dei diritti sociali nel nostro paese.