Sono 1280 gli studenti che hanno frequentato i corsi di lingua italiana presso le sede romana di FOCUS-Casa dei Diritti Sociali

30/07/2015 di Redazione
Sono 1280 gli studenti che hanno frequentato i corsi di lingua italiana presso le sede romana di FOCUS-Casa dei Diritti Sociali

Il 31 maggio scorso si è chiusa la rilevazione statistica degli studenti adulti iscritti ai corsi gratuiti di lingua italiana organizzati da FOCUS-Casa dei Diritti Sociali relativi al periodo 1 giugno 2014 - 31 maggio 2015.  Il periodo di riferimento è quello dell' anno scolastico degli istituti pubblici (CTP, prossimi CPIA) ed è stato scelto  per consentire un confronto tra quanto realizzato in questo campo dal sistema pubblico e dal volontariato e terzo settore.  I dati complessivi si conosceranno probabilmente a ottobre.  Nel frattempo rendiamo noti i dati relativi alla scuola di FOCUS- Casa dei Diritti Sociali relativi alla sede di via Giolitti. Gli studenti, adulti, sono stati in totale 1280, di cui 309 donne.  La fascia d'età maggiormente rappresentata è quella tra i 18 e i 29 anni (oltre il 50%).  Le nazionalità presenti sono state 88; queste le prime 10 per numero di iscritti: Bangladesh, Mali, Nigeria, Pakistan, Ucraina, Gambia, Eritrea, Afghanistan, Filippine, India. Buono il tasso medio di scolarizzazione: oltre il 32% sono risultati in possesso di un diploma di scuola superiore, e oltre il 17% di una laurea; valori superiori alla media degli italiani. Circa la tipologia dei titoli di soggiorno, il 46% ha un permesso per lavoro, il 14% ha lo status di rifugiato o è risultato in possesso di protezione internazionale, il 15% ha permessi per ricongiungimenti familiari o studio; il 25% è risultato come richiedente asilo, in attesa di deliberati delle Commissioni.  Il 33% delle studentesse e degli studenti è coniugato; il 27% ha dei figli, di cui il 17% il Italia. Gli arrivi alla scuola di FOCUS-Casa dei Diritti Sociali sono stati sostenuti in tutti i mesi dell'anno, con una punta (circa il doppio rispetto alla media) nel mese di ottobre 2014.  Circa lo status di permanenza in Italia all'atto di iscrizione alla scuola, il 20% è risultato da meno di un mese, il 33% da 1 a 6 mesi, il 14% tra 6 mesi e un anno, il 25% da più di un anno. L'8% non ha dato indicazioni. Poco più del 20% è risultato abitare fuori della fascia urbana di Roma, e meno del 12% ha dichiarato di avere un lavoro più o meno stabile.  Rispetto alle lingue veicolari, la lingua inglese è di gran lunga la più conosciuta (56%); la lingua francese solo il 7%. Per quanto riguarda le aree di provenienza, il 41% arriva dall'Africa subsahariana, il 38% dall'Asia, il 10% dall'Europa dell'est, il 6% dal nord-Africa; poco più del 2% dal sud-America. Studentesse e studenti hanno frequentato prevalentemente il corso di livello A1, presso la scuola di Via Giolitti 241/g. Solo il 6% ha richiesto e frequentato i corsi di livello A2 - che si sono svolti presso la sede di Piazza Vittorio Emanuele n. 2 -  in convenzione con i CTP. Questi corsi, come noto, consentono il rilascio di attestati validi per l'ottenimento dei titoli di soggiorno.