Mafia Capitale: al via la fase preliminare del processo

22/10/2015 di Redazione
Mafia Capitale: al via la fase preliminare del processo

E' iniziata il 20 Ottobre la fase preliminare del processo Mafia Capitale.  Alla sbarra l'ex direttore generale di Ama, Giovanni Fiscon, oltre all'ex responsabile dell'attuazione del Piano Nomadi Emanuela Salvatori,  Emilio Gammuto, vicino al ras della cooperazione Salvatore Buzzi e per Raffaele Bracci e Fabio Gaudenzi, uomini di Massimo Carminati accusati di estorsione ai danni di un imprenditore. L'accusa per Fiscon è quella di aver favorito il gruppo economico/criminale della banda di Buzzi e Carminati. La richiesta di procedimento per rito abbreviato gli è stato negata. Il Gup Criscuolo ha ammesso il Comune di Roma e la Regione Lazio come parti civili nel primo processo che si svolge con rito abbreviato di Mafia Capitale. Tra le parti civili compaiono:  Sos Imprese-Libera, Cittadinanza Attiva e l'associazione Antimafia Antonino Caponnetto.  Prossimo passaggio dell'inchiesta, 26 ottobre, data in cui verranno presi  in esamina la richiesta di patteggiamento dei  quattro ex dirigenti della coop "La Cascina", vicina al mondo di comunione e liberazione.  Poi si arriverà al Maxi processo del 5 Novembre, davanti ai giudici della decima sezione penale del Tribunale di Roma. Per ragione di sicurezza, trattandosi di soggetti in stato di custodia  cautelare, tra carceri e domiciliari, l'udienza si terrà nelle aule bunker di Rebibbia. In quella sede verranno giudicati gli inquisiti per rispondere a vario titolo di una sfilza di reati: associazione per delinquere di stampo mafioso, corruzione, turbativa d'asta, estorsione, riciclaggio e usura tra i principali.