Maltempo: esondazioni nel Centro e Sud Italia

15/10/2015 di Redazione
 Maltempo: esondazioni nel Centro e Sud Italia

Sale a cinque il numero dei  morti che rischia di aumentare a causa del maltempo  che ha colpito il centro-sud Italia e che ha causato l'esondazione di diversi fiumi e torrenti.  Di seguito le zone colpite:
 Lazio: nella giornata del  14 ottobre, ci sono Frosinone  dove si registra la prima vittima, un uomo  di 40 anni rimasto imprigionato nella propria auto a seguito della voragine aperta all'improvviso sull'asfalto.  Civitella di Rovereto , provincia dell'Aquila,  la seconda vittima a causa di una frana, una donna di 51 anni. A Tagliacozzo la terza vittima e a Canistro  sono state evacuate a causa dell'esondazione del Rio Spalto. A Roma preoccupa  l'esondazione del fiume Aniene. Nelle zone di Tivoli, appena fuori dalla capitale, molte persone sono state costrette a salire sui tetti, case allagate, strade  e tanti sono stati gli interventi dei Vigili del Fuoco.  Almeno 7 persone son state soccorse in condizioni di grave rischio.
Campania: Drammatica la situazione nel Beneventano, ,  a seguito dello straripamento dei torrenti Calore e Reinello: strade invase dall'acqua nella notte tra il 14 e il 15 ottobre. Le vittime, una donna di 70 anni travolta dall'acqua nella propria abitazione nei pressi di Pago Veiano e un uomo.
 Portoni e garage bloccati dal fango, negozi distrutti a causa dell'acqua alta. E' emergenza in tutta la Campania, richiesto l'intervento dell'Esercito per fronteggiare alcune emergenze a Caserta , Salerno. Il Sindaco ha emesso un'ordinanza di chiusura delle scuole. Sospese le lezioni anche all'università. Particolarmente colpiti i comuni di Pesco Sannita, Ponte, Valle Telisana, Solopaca, Vitulano dove delle frane hanno reso necessaria l'evacuazione di alcune abitazioni. Anche  la circolazione ferroviaria ha subito ripercussioni. I treni sulle linee Caserta-Foggia e Benevento-Avellino non circolano a causa dei danni provocati dai violenti temporali e dalle bufere di vento che si sono abbattuti tra Puglia e Campania. Per limitare i disagi ai viaggiatori, Trenitalia ha attivato servizi sostitutivi con autobus.
Molise: a Macchia D'Isernia uno scuola bus con all'interno sette bambini è rimasto imprigionato in un sottopassaggio. Tempestivo l'intervento  del Saf (Nucleo Speleo Alpino di Isernia).
Friuli: al dramma dell'emergenza idrogeologico si aggiunge quello umanitario. la Protezione Civile regionale, Vigili del Fuoco e Carabinieri hanno sgomberato un accampamento di fortuna, sulle rive dell'Isonzo, dove alloggiavano un esiguo gruppo di richiedenti asilo. I profughi sono stati prima temporaneamente accolti presso la stazione ferroviaria poi si è stabilito per un centinaio di loro il trasferimento presso il Cpa allestito nell'ex CIE di Gradisca senza alcuna conseguenza all'iter di rilascio dello status di rifugiato. Altri, una quarantina, sono stati invece ospitati per la notte del 14 ottobre presso la parrocchia della Madonnina e il dormitorio Faidutti di Piazza Tommaseo.
Puglia:  a Foggia e nel comune di Troia si sono verificati i maggiori disagi. Il crollo di un muro si è abbattuto su una cabina del gas metano. Alcune persone rimaste bloccate nelle proprie abitazioni sono state recuperate da personale dei vigili del fuoco e le strade risultano tuttora impercorribili.
 Sicilia: Il violento temporale che si è abbattuto nella notte del 14 a Palermo e provincia ha creato numerosi allagamenti e disagi su tutto il territorio. A Partinico un albero è caduto sui cavi elettrici della ferrovia, costringendo i Vigili del fuoco a interrompere la circolazione dei treni. Una frana ha colpito gli abitanti di via Benevento sempre a Partinico, costretti a lasciare le loro abitazioni.

Codice rosso in molte zone d'Italia. Anche Toscana, Lombardia e Piemonte  nella giornata del 15 ottobre verranno raggiunte dal forte maltempo. La protezione civile invita tutti i cittadini a rimanere nelle case ed evitare di sostare a livello strada.