FAO 2016 Anno internazionale dei Legumi

12/11/2015 di Redazione
FAO 2016  Anno internazionale dei Legumi

Parte essenziale della dieta umana per secoli, i legumi hanno contribuito in modo significativo ad affrontare la fame, la sicurezza alimentare, la malnutrizione, le sfide ambientali e la salute umana di tutto il mondo. Queste sono alcune delle motivazioni che hanno spinto il direttore generale della FAO (L' Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite)  Josè Graziano da Silva a proclamare, durante la cerimonia di lancio tenutasi il 10 Novembre, il 2016 come anno internazionale dei legumi. L'International Year of Pulses 2016, in collaborazione con i governi e le organizzazioni non governative, ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sui benefici nutrizionali dei legumi come parte di una produzione alimentare sostenibile finalizzata alla sicurezza alimentare e la nutrizione. L'Anno creerà quindi un'opportunità unica per incoraggiare l'uso delle proteine base dei legumi all'interno della catena alimentare oltre che a sollecitare la produzione globale utilizzando al  meglio la rotazione delle colture. Esistono centinaia di varietà di legumi coltivati in tutto il mondo. Numerose le varietà di fagioli secchi, fave ma anche ceci, piselli. Sono ricchi di micronutrienti, aminoacidi e vitamine del gruppo B. Il Direttore Generale della FAO ha sottolineato nel suo intervento di apertura come i legumi siano parti vitali per una dieta sana in quanto rappresentano una valida alternativa alle più costose proteine provenienti dal latte o di origine animale.  Prezioso l'utilizzo anche in campo agricolo dei legumi che potrebbe portare, grazie alle loro proprietà azoto-fissatori, alla definitiva eliminazione dei fertilizzanti del suolo oltre che ad un minore impatto ambientale

Vai al sito dell'iniziativa