Inail: morti sul lavoro dimezzati negli ultimi dieci anni, ma numero ancora troppo alto

02/12/2015 di Redazione
Inail: morti sul lavoro dimezzati negli ultimi dieci anni, ma numero ancora troppo alto

Stando ai dati contenuti nel Rapporto Annuale Inail, gli incidenti mortali sul lavoro nel 2014 sono stati 662: troppi, anche se fortunamente in calo rispetto agli anni precedenti. Negli ultimi dieci anni si sono dimezzati i casi di decessi sul posto di lavoro, all'interno della generale diminuzione degli infortuni, che nello stesso anno sono stati circa 437 mila, con un calo del 6,3% rispetto al 2013.  Dal documento si evince che oltre la metà degli infortuni siano avvenuti fuori dal posto di lavoro nel 54% dei casi, ovvero fuori dall'azienda o in itinere. Degli incidenti avvenuti in azienda, oltre la metà degli infortuni mortali, si evince ancora dal documento, sono avvenuti "fuori dall'azienda" (54% dei casi). Gli infortuni mortali nell'industria e nei servizi sono stati 559 mentre quelli in agricoltura sono stati 95, 8 quelli per conto dello Stato. Gli infortuni complessivi accertati sono stati 437 mila (663 mila le denunce), il 18% dei quali fuori dall'azienda (ovvero con mezzo di trasporto o in itinere). Il calo sul 2013 è stato del 6,3% mentre rispetto al 2010 si è registrata una diminuzione del 27%. Le denunce di malattia professionale sono invece in controtendenza rispetto agli infortuni: nel 2014 sono aumentare del 10,7% dal 2013 e del 33% dal 2010.