Radio popolare compie 40 anni la Vigilia di Natale. A Milano brindisi in piazza

23/12/2015 di Redazione
Radio popolare compie 40 anni la Vigilia di Natale. A Milano brindisi in piazza

Sono passati 40 anni da quando la storica emittente della sinistra milanese ha acceso i microfoni per  la prima volta imponendosi nel panorama radiofonico italiano. Fondata nel 1976 sotto la direzione di Piero Scaramucci, nel corso degli anni, Radio Popolare è riuscita a mantenere la sua  autonomia  da proprietà editoriali e politiche e a garantire un informazione libera raccontando, passo dopo passo, la storia del nostro paese, dalla fine degli anni 70 ad oggi. Molte le trasmissioni celebri:  "Microfoni aperti", tratto caratteristico della radio ed idea vincente che è stata ripresa in seguito da molte altre radio e televisioni,  "Radio Shabi", che ha dato voce agli migranti fino alla trasmissione dedicata ai diritti in carcere con i testi dei detenuti di San Vittore dal nome "Radio due tre". Dalla storica sede di Corso Buonos  Aires  a via Ollearo, attraverso quei microfoni si è raccontato dei movimento studenteschi, la guerra del Golfo, le manifestazioni a Mosca contro i golpisti in diretta oltre alla Genova ferita nel 2001 dal G8. Ed ancor, il movimento delle femministe nel 2006 contro l'abolizione della legge sull'aborto fino al terremoto dell'Aquila raccontato con la diretta dalle tende nel programma "Tenda 6". Cosi Il 24 dicembre, Radio Popolare compie quattro decenni e festeggia insieme ai sostenitori ed ascoltatori che hanno reso possibile, aderendo alle campagna per gli abbonamenti, la diffusione della radio con una copertura anche nella città di Roma dove prende il nome di "Radio Popolare Roma".  L'appuntamento è a Piazza Gae Aulenti a Milano, dalle 12.45 alle 13.30, per un brindisi che conferma l'impegno per una informazione libera e indipendente.