Il Commissario proroga ancora una volta il rapporto con Adir

07/01/2016 di Redazione
Il Commissario  proroga ancora una volta il rapporto con Adir

Il 31 dicembre 2015 Tronca ha firmato la proroga di due anni, rinnovabili di altri tre, al contratto con le Assicurazioni di Roma( Adir). Sfuma cosi il piano di rientro intrapreso e non concluso dall'ex sindaco Marino che prevedeva la dismissione del rapporto e lo scioglimento della compagnia assicurativa  di proprietà del Comune di Roma, atto deliberato nel mese di Marzo dal consiglio comunale. Subito dopo quest'atto però, a bloccare il procedimento fu il  rinnovato il consiglio d'amministrazione ed oltre ad una legge votata in parlamento secondo cui gli enti locali sono chiamati a liberarsi delle società  ritenute poco funzionali al compito istituzionale ricoperto, non furono prese altre decisioni. Ecco quindi che nell'ultimo giorno utile dell'anno 2015, arriva la proroga del commissario Francesco Paolo Tronca: urgente in vista della scadenza della copertura assicurativa per i mezzi pubblici comunali (Atac). Quello che perplime, dando uno sguardo alla strada intrapresa del governo e dal suo predecessore, è il fatto che la proroga non sia limitata al periodo connesso alla carica del commissario. Ciò avrebbe comunque arginato l'emergenza di copertura dei servizi e si sarebbe potuto procedere fino alle elezioni in primavera attendendo la conclusione del mandato di Tronca prevista per il mese di Giugno.  Già lo scorso anno ci fu  il caso dell'Rc Auto per cui il Comune di Roma pagava alla propria compagnia premi di 3,2 più alti rispetto a quelli degli altri comuni oltre al fatto che la Capitale rimane l'unica città in Italia a possedere una compagnia assicuratrice. Nonostante i scandali precedenti Tronca giustifica la sua decisione come inevitabile vista l'assenza di una procedura di evidenza pubblica volta all'individuazione di un altro aggiudicatario istituto assicuratore e la città attende altri due anni per una diversa soluzione.