Tenga il resto, la nuova campagna anti speco alimentare nelle città italiane

14/01/2016 di Redazione
Tenga il resto, la nuova campagna anti speco alimentare nelle città italiane

Centomila vaschette in alluminio distribuite in 26 ristoranti della città, per portare a casa i pasti non completamente consumati. Sono questi i numeri della campagna "Tenga il Resto" che il Comune di Monza ha fortemente voluto per sensibilizzare i cittadini contro lo spreco alimentare e per il recupero del cibo. In poco tempo la campagna intelligente nata a seguito della sottoscrizione della "Carta per una Rete di Enti Territoriali a Spreco Zero" , si è diffusa ad Arezzo e  Pordenone riscontrando un notevole successo tra la cittadinanza: si riduce la spazzatura da smaltire e si evita cibo sprecato. La linea che si sta tentando di seguire è quella proposta dalla risoluzione del Parlamento Europeo del 12 dicembre 2011 contro gli sprechi alimentari e le responsabilità degli amministratori nel mettere in campo strategie per combattere i comportamenti scorretti e incentivare le buone pratiche. Portare a casa la vaschetta dall'alluminio o donarla ai più bisognosi è in grado di generare un circolo virtuoso: l'utilizzo dell'alluminio, con il quale sono realizzate le vaschette, è un materiale interamente riciclabile quindi tutto può essere riutilizzato, dal cibo al contenitore.