Affittopoli, il Comune di Roma prepara 93 sgomberi

11/02/2016 di Redazione
Affittopoli, il Comune di Roma prepara 93 sgomberi

Questa volta si fa sul serio. Questo è il leit motiv che da giorni rimbalza nel Campidoglio. Il commissario straordinario della Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha quattro mesi per condurre la sua battaglia contro le situazioni contrattuali illecite del patrimonio di Roma. La questione "Affittopoli" domina ormai da giorni le cronache nazionali. Per il commissario ora potrebbe diventare una questione di credibilità e gli sgomberi potrebbero partire, a qualsiasi costo. Il primo step è la formazione della squadra che dovrà occuparsi dello spinoso compito di mandare via gli inquilini che non hanno più diritto a stare nelle case del Comune. Al Tavolo del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, il commissario ha chiesto aiuto alle altre forze di polizia che dovrebbero affiancare la Polizia Municipale nelle operazioni. I rinforzi potrebbero essere sostanziosi sia per la Polizia che per i Carabinieri. In cima alla lista, ci sarebbero 93 appartamenti nella zona del I Municipio, fra Borgo Pio, Corso Vittorio e l'Esquilino: sarebbero i casi più gravi, di occupanti abusivi e subaffittuari, dai quali partità l'opera di riappropriazione del patrimonio immobiliare comunale. Il commissario ha chiesto al Segretario Generale di avviare il potenziamento del personale dei Dipartimento del Patrimonio e del Dipartimento per le Politiche Abitative e Sociali, per far fronte al lavoro imponente e complesso di censimento e verifica puntuale degli immobili dati in locazione dal Comune e delle relative posizioni soggettive. Inoltre, il Commissario Straordinario ha richiesto all'Avvocatura capitolina un resoconto di tutto il contenzioso in essere.
In settimana ci sarà un incontro con l'Agenzia delle Entrate per la verifica e l'incrocio dei dati del Comune, del Catasto e per l'appunto dell'Agenzia. Passo decisivo per capire chi occupa le case popolari senza averne diritto. Un lavoro interforze che servirà a scovare tutte le situazioni anomale, ma sarà fondamentale per tirare fuori il sommerso ovvero sia tutti quegli immobili fantasma che sono sfuggiti dai diversi censimenti degli ultimi anni.