Affittopoli, proseguono le indagini: nel mirino le coperture politiche

18/02/2016 di Redazione
Affittopoli, proseguono le indagini: nel mirino le coperture politiche

Dopo aver mappato le situazioni di illegalità e di affitti non conformi ai valori di mercato e aver programmato una serie di sgomberi a partire da alcune abitazioni del centro di Roma, l'offensiva verso i contratti di locazione del Comune di Roma prosegue ora con le indagini della Procura. Nel mirino, le coperture politiche.  Nell'indagine Affittopoli i pubblici ministeri vogliono capire se qualcuno ha beneficiato di amicizie influenti e aiuti in Campidoglio per evitare l'esecuzione dello sfratto, nel non pagare gli affitti irrisori o ha ottenuto qualche "spintarella" per l'assegnazione di case del patrimonio comunale.
I pm avrebbero individuato 57 immobili e terreni di proprietà del Campidoglio occupati abusivamente. Aree verdi o semplici locali trasformati in pizzerie, bar, ristoranti o club privati. Spazi e locali pubblici assegnati, dal comune, provvisoriamente e con finalità sociali. A giudicare dalle prime rilevazioni, chi ha ottenuto, in passato una qualche autorizzazione all'uso di beni o terreni, si è poi col tempo insediato nella totale indifferenza delle autorità, tradendo l'iniziale finalità sociale mettendo in piedi attività a scopo di lucro. Per questo al Tribunale di Roma è stato aperto un fascicolo per occupazione abusiva di suolo pubblico e abuso d'ufficio. L'obiettivo dei magistrati è accertare le responsabilità di quanti, negli anni, non hanno esercitato il potere di controllo e di messa in regola di queste situazioni o peggio, sono intervenuti per ostacolare i provvedimenti di sfratto e di sgombero. L'indagine è partita dal caso che ha coinvolto, nella primavera del 2015, il noto locale romano Circolo degli Artisti, a via Casilina vecchia, che per 16 anni aveva portato avanti la propria attività senza alcun tipo di formale concessione. A partire dal Circolo degli Artisti, l'inchiesta è proseguita fino alla scoperta di altri 57 immobili e le presunte connivenze politiche. L'indagine è affidata sul campo agli agenti della polizia giudiziaria di via dei Cerchi e alla guardia di Finanza, un dossier verrà presto consegnato in procura