“Famiglia a tempo”: il progetto del Comune di Torino e il Tribunale di Minori

03/03/2016 di Redazione
 “Famiglia a tempo”: il progetto del Comune di Torino e il Tribunale di Minori

A Torino si sta mettendo in un atto un esperienza del tutto senza precedenti che pare avere un riscontro in termini di umanità del tutto positivi. Si discute in questi giorni e ciascuno si sente chiamato a dover dire la propria sul tema "famiglia", chi è una famiglia e quali siano i presupposti ineludibili per esser ritenuta tale ed ecco che, fuori da ogni tipo di gabbia ideologica, giunge il progetto "Neonati". Una collaborazione tra il Comune con il Tribunale per i Minori che mette in moto un processo attraverso il quale i bimbi sotto i due anni, allontanati o senza famiglia di appartenenza, vengono affidati alle cure di una coppia e non ad una tradizionale comunità in attesa dell'adozione. La scelta è volontaria, determinata dall'impegno sociale delle coppie che al momento risultano essere una decina all'interno del comune. Bambini con la loro personale storia, spesso non facile, accolti all'interno di una famiglia disponibile a donare loro le abitudini e gli insegnamenti con cui si cresce in modo sano e amorevole nel tentativo di colmare quei buchi esistenziali che l'assenza di un genitore è in grado di produrre.