“Libere di pedalare”: manifestazione a Milano delle donne islamiche

03/03/2016 di Redazione
“Libere di pedalare”: manifestazione a Milano delle donne islamiche

Domenica 13 Marzo a Milano si svolgerà la manifestazione promossa dal Coordinamento delle associazioni islamiche di Milano, Monza e Brianza (Caim).  La manifestazione nasce per rispondere alle parole rilasciate dall' imam Ali Abu Shwaima della moschea di Segrate in un programma televisivo secondo cui pedalare per una donna risulterebbe sconveniente «essendo la donna una cosa sacra, una cosa di valore… Il diamante non è che lo si mette così, apparentemente… Nella Cadillac, nella Mercedes, ma non sulla bicicletta…».  La reazione delle donne non si è fatta attendere e tra le organizzatrici dell'iniziativa compare la scrittrice Sumaya Abdel Qader,  di origine palestinese, già nota per il suo impegno riguardo il tema delle donne islamiche e dei loro diritti.  La scrittrice insieme a Caim rappresentano la prima realtà musulmana in Italia che mira a sensibilizzare sui diritti delle donne attraverso il lancio del progetto  "Aisha" contro la violenza e la discriminazione delle donne. Il progetto partirà il 5 marzo con la benedizione del Comune di Milano e prevede l'educazione sessuale e affettiva per gli adolescenti di religione musulmana e un corso apposito per gli imam, affinché sappiano riconoscere la violenza domestica e possano consigliare alle donne anche la strada della separazione.  Attualmente il progetto vive nelle comunità musulmane di Roma, Bologna, Torino e Modena ma spera di allargarsi ad altre città italiane. Nuove generazioni, di origine islamica nati in Italia, come nel caso di Suamya Abdel Qader nata a Perugia , che diventano massa critica con voglia di esprimersi e di contribuire alla discussione sulla figura della donna in un mondo che cambia, sia in occidente che in oriente. Il corteo di bici partirà davanti la moschea di via Padova fino a Porta Venezia, con o senza velo in testa. 8 kilometri in cui sono coinvolti anche i Giovani musulmani d'Italia, l'Associazione donne musulmane d'Italia, l'Unione delle mamme musulmane e l'Aim, Associazione islamica di Milano, tutti con lo slogan "Libere di pedalare".

Appuntamento ore 14.30 Via Padova