Caso Lidl a Tor Pignattara: a 24 ore dai sigilli il supermercato riapre ai clienti

17/03/2016 di Redazione
Caso Lidl a Tor Pignattara: a 24 ore dai sigilli il supermercato riapre ai clienti

Prosegue il malcontento diffuso dei comitati No Cemento e dei cittadini di Roma Est dopo la decisione dei giudici, 24 ore dopo i sigilli, di proseguire le indagini per abuso d'ufficio ed edilizio mantenendo però la facoltà d'uso dell'immobile da parte del proprietario. La Lidl rimane quindi aperta e funzionante in attesa di una sentenza definitiva. Sono passati più di dieci mesi dalla prima mobilitazione cittadina, di cui ci eravamo occupati nelle precedenti newsletter,  che aveva scoperchiato un vaso colmo di intrighi burocratici e dubbi sulla regolarità della procedura di concessione dei permessi a costruire. I sigilli all'immobile, apposti il 9 marzo,  da una parte confermavano i dubbi in merito all'abuso e dall'altra ponevano fine ai numerosi richiami dei cittadini sul forte aumento dell'inquinamento atmosferico-acustico e luminoso nella zona derivante dal traffico e dagli impianti del supermercato. E' stata depositata il 15 marzo l'Istanza in Procura per chiedere quindi la revoca della facoltà d'uso del supermercato e intanto le associazioni, i comitati e i cittadini lanciano l'assemblea pubblica domenica 20 marzo, alle ore 16,  presso il Lago dell'ex Snia, oramai divenuto simbolo di una Roma capace di riprendersi gli spazi pubblici.