L’auditorium di Scampia, ora “Fabrizio De Andrè”

31/03/2016 di Redazione
L’auditorium di Scampia, ora “Fabrizio De Andrè”

L'Auditorium di Scampia in Viale della Resistenza è stato intitolato alla memoria del grande cantautore genovese, Fabrizio De Andrè, scomparso nel 1999. All'inaugurazione erano presenti la moglie, Dori Ghezzi, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e le associazioni che, da anni, si occupano di cultura e del recupero sociale del celebre quartiere di Napoli. Nato a Genova il 18 febbraio del 1940De Andrè, noto col soprannome di "Faber" , in quasi quarant'anni di carriera artistica ha inciso tredici album più alcuni singoli. Le sue canzoni raccontano storie di emarginati sociali, ribelli, prostitute e sono da sempre considerate vere e proprie poesie, tanto da essere state inserite in varie antologie scolastiche di letteratura. Legato profondamente alla sua Genova, amavamolto Napoli, tanto da spingerlo spesso a cantare in lingua napoletana e a scrivere la canzone "Don Raffaè", una chiara denuncia della critica situazione delle carceri italiane negli anni ottanta e della sottomissione dello Stato al potere delle organizzazioni malavitose. Napoli ora restituisce al cantautore un riconoscimento importante, dal 30 marzo l'Auditorium prende il nome "Auditorium Fabrizio De Andrè". Tanta la commozione durante l'iniziativa a cui sono intervenuti i ragazzi del coro delle scuole di Scampia che hanno eseguito alcuni brani dell'artista. Tanti i progetti per il futuro tra i quali la stretta collaborazione tra La Fondazione De Andrè e l'amministrazione. L'intenzione dichiarata è quella di portare avanti diversi progetti di sviluppo ed inclusione per i giovani del quartiere di Scampia in modo che possano,  attraverso la musica, "coltivare le proprie passioni e vedere il mondo anche fuori da Scampia", ha commentato la Ghezzi.