MONDINFIABA: i laboratori di didattica interculturale della Casa dei Diritti Sociali

17/03/2016 di Redazione
MONDINFIABA: i laboratori di didattica interculturale della Casa dei Diritti Sociali

Giovedì 16 e venerdì 17 marzo presso il Teatro Comunale di Tivoli è la volta degli eventi finali del percorso laboratoriale di MONDINFIABA con gli alunni della scuola primaria dell'Istituto comprensivo di Tivoli Centro.
L'appuntamento di quest'anno offre una prospettiva originale per riflettere sul particolare momento storico che viviamo, più di altri segnato dalla drammaticità della migrazione di migliaia di giovani che partono in condizioni disumane dal proprio paese d'origine attraverso il Mediterraneo per approdare al nostro Paese. La scuola plurale è la nostra realtà e quindi riteniamo opportuno provare a "leggere la diversità", concentrarci sul libro e sulla narrazione come possibili strumenti di dialogo e di scambio tra popoli e culture.  In particolare la fiaba, genere narrativo presente nella tradizione orale di ogni popolo, può aiutarci a scoprire le caratteristiche che, nelle diverse nazioni e regioni del mondo, hanno connotato e connotano i modi di vivere dei gruppi sociali.
L'approccio narrativo esalta l'accesso al mondo fantastico evocato da una fiaba, e costituisce una suggestiva via di accesso diretto alle culture.
Offre molteplici spunti di riflessione sul contatto e le analogie tra immaginari diversi, individuando in ogni storia le differenze, ma soprattutto le analogie tra personaggi ed eventi che si presentano simili anche se collocati in paesi differenti, i cosiddetti "personaggi-ponte", come il "nostro" Giufà". La pratica della lettura ad alta voce, facilita l'avvio e lo sviluppo di questi processi fin dalla più tenera età, sfruttando pienamente il potenziale ludico, oltre che educativo.
Scopriremo che le emozioni, le paure e le fantasie sono universali ma sono sempre condite con tanti ingredienti diversi a seconda della terra di provenienza. Le fiabe diventano uno strumento per introdurre ai nostri ragazzi il pensiero della Differenza e dell'Universalità.

L'azione ha previsto la:
1. Rassegna di letture di fiabe interculturali ad alta voce in 3 appuntamenti
2. Lo studio della morfologia della fiaba
3. L'educazione interculturale attraverso i personaggi, oggetti, luoghi e situazioni della fiaba con momenti di lavoro manipolativo
4. La riproduzione di carte illustrate nel momento delle emozioni
5. La scelta di sei carte e costruzione di una nuova narrazione con tutti i particolari scelti
6.La narrazione è  stata, poi, registrata, illustrata e rielaborata in una semplice drammatizzazione e tutte le carte illustrate saranno allestite in mostra
7. Lo spettacolo e la mostra saranno oggetto dell'evento finale aperto ai genitori e alla cittadinanza tutta. L'intento è quello di utilizzare la storia inedita, per la creazione di una pubblicazione e-book, con le illustrazioni degli alunni, a cura della Casa Editrice Fralerighe.
Gli educatori esperti della Casa dei diritti Sociali della Valle dell'Aniene sperimentano interventi laboratoriali in ambienti scolastici accoglienti che  hanno scelto l'intercultura come finalità positiva dell'educazione. I nostri interventi sono in grado di assicurare un arricchimento cognitivo e antropologico, un ampliamento dell'orizzonte culturale a cui collegare l'intero processo di apprendimento che apra la persona ad un'identità che non si chiuda in una cultura etnocentrica ma che accetti operazioni di rilettura, innesti di nuovi saperi, comparazioni e mescolamenti con altre realtà culturali.