Voragine a Centocelle, 14 famiglie ospitate in albergo

31/03/2016 di Redazione
Voragine a Centocelle, 14 famiglie ospitate in albergo

Prosegue il problema delle voragini sull'asfalto a Roma. Questa volta il quadrante della città interessato è  il  municipio V, quartiere di Centocelle al confine con il municipio tuscolano. Nella serata del 27 marzo gli abitanti del comprensorio Ater adiacente hanno denunciato la comparsa di un cratere profondo nel vialetto di camminamento che collega le due palazzine popolari in Via Centocelle, civico 3.  20 metri di profondità e 3 di larghezza. I vigili del fuoco accorsi sul posto hanno provveduto a far evacuare le 14 famiglie, circa cinquanta abitanti dei palazzi nella zona che per ragioni di sicurezza, sono state ospitate in camere d'albergo messe a disposizione dal Comune per l'emergenza in attesa di stabilizzazione. Da quanto si è appreso nei primi sopralluoghi condotti da tecnici di Italgas e Acea, si tratterebbe della rottura di una tubazione, crollata sulla volta di una delle tante cavità sotterranee presenti sul territorio.
La voragine si inserisce nel periodo della campagna elettorale per le comunali di Roma dove, da destra e sinistra,  campeggiano gli slogan di lotta al degrado, incuria e abbandono delle periferie. Si susseguono nei social network messaggi solidali da parte dei candidati mentre i cittadini indignati denunciano da mesi la situazione delle buche nel quadrante, senza alcuna risposta. Infatti, solo pochi giorni prima della voragine, in Via degli Ulivi si era aperto un altro buco nell'asfalto al passaggio della spazzatrice Ama. Pericolo per i lavoratori Ama e danno all'autovettura.
E' già stato istituito a Febbraio un gruppo di lavoro interdipartimentale (Roma Capitale Urbanistica- Lavori Pubblici - Protezione Civile) sul tema con il municipio ed un programma di studio per la realizzazione di un progetto che preveda la messa in sicurezza del rischio cavità, votato all'unanimità in Consiglio. I cittadini ora attendono azioni concrete.