Sabato 16 Aprile: “Le energie sociali sul diritto alla città” presso la CAE

14/04/2016 di Redazione
Sabato 16 Aprile: “Le energie sociali sul diritto alla città” presso la CAE

L'Arci di Roma e il Centro per la Riforma dello Stato sono liete di invitarvi all'evento "I beni di Roma", il forum delle energie sociali sul diritto alla città. Quattro tavoli di lavoro per un confronto partecipato con i candidati sindaco Virginia Raggi, Roberto Giachetti, Stefano Fassina e diversi esponenti della società civile, per discutere e mettere in campo nuove idee su cultura, beni comuni, rigenerazione urbana, spazi, inclusione e accoglienza, amministrazione condivisa e partecipazione. I mali di Roma li conosciamo, è ora di conoscere i Beni. Il percorso che s'intende portare avanti nasce dall'esigenza di far confluire tutte le manifestazioni di creatività, intelligenza sociale e capacità di resistenza che attraversano la città di Roma nel tentativo di soddisfare da una parte alcuni bisogni sociali, come quelli di far fronte al diseguale accesso ai servizi della città (dai trasporti alla cultura, dalla formazione all'ambiente) e dall'altra di dare vita a relazioni e nuove collaborazioni. Alla luce della volontà di combattere le disuguaglianze che si annidano nel tessuto sociale e urbano, bisogna ripartire proprio da quelle attività culturali disseminate in micro e autoproduzioni, che spesso possono vantare un livello qualitativo più alto di quelle "ufficiali", dall'autoimprenditoria basata sullo sviluppo locale sostenibile e sull'innovazione, che è tra le più vivaci in Europa, alle pratiche locali di solidarietà che oggi vivono una nuova stagione di creatività. Queste forze sono però inserite in un contesto socialmente energivoro: Roma le disperde, le separa, le spreca. È in questa incapacità di utilizzare le proprie ricchezze per il bene comune, in questa mancanza di un progetto generale condiviso che le mafie prosperano, s'infiltrano e dirigono. Da qui la necessità di intervenire su due livelli, da un lato mettendo gli spazi comunali a disposizione delle esperienze di impresa sociale e dall'altro procedendo verso una semplificazione burocratica dell'amministrazione, volta al principio di trasparenza e in grado di sviluppare le capacità di programmazione e gestione condivisa e partecipata. Dunque lavorare insieme per far sì che la città di Roma possa diventare la capitale europea dell'economia collaborativa (coworking, fablab, dalle tecnologie alla cultura, dal sociale ai servizi avanzati) e riappropriarsi di quello che potremmo definire il diritto alla città.

Per il programma dettagliato, i tavoli di lavoro e i partecipanti, consultare la pagina facebook dell'evento 

Arci di Roma e Centro per la Riforma dello Stato