14 luglio, report presentazione del Rapporto annuale SPRAR

14/07/2016 di Redazione
14 luglio, report presentazione del Rapporto annuale SPRAR

Presso la Sala Conferenze ANCI di Roma si è tenuta la presentazione del Rapporto annuale Sprar. Con il termine Sprar si indica il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati, tale sistema costituisce una rete di centri di "seconda accoglienza" destinata a richiedenti asilo e a coloro i quali richiedono una protezione internazionale.
Le attività svolte da tali centri differisce dai centri di prima accoglienza (che si occupano dell'immediata assistenza dei richiedenti al primo momento di arrivo) poiché lo Sprar offre assistenza e protezione al singolo richiedente, al fine di favorire un corretto percorso di integrazione, che permetta al beneficiario di acquisire un adeguato livello di autonomia. L'Atlante Sprar 2015 ci da un quadro molto dettagliato sul numero e il profilo dei diversi beneficiari, sulla quantità e la qualità dei servizi offerti dai diversi enti distribuiti sul nostro territorio nazionale, e inoltre offre un focus dedicato alle storie di inclusione e collaborazione tra residenti locali e beneficiare in attività volte a migliorare e valorizzare i territori. Consultando tale rapporto si riscontrano 430 progetti in totale, finanziati dal Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo (FNPSA), di cui:

52 destinati all'accoglienza di minori non accompagnati
30 destinati all'accoglienza di persone con disagio mentale e disabilità fisica
348 destinati a richiedenti e titolari di protezione internazionale (categorie ordinarie).

Nel 2015 i progetti hanno reso disponibili 21.613 posti in accoglienza con una rete di 376 enti locali titolari di progetto (339 comuni, 29 province e 8 unioni di comuni) per circa 800 Comuni coinvolti nell'accoglienza. Nel 2015 sono stati 29.761 i beneficiari accolti nei progetti Sprar.
Per maggiori informazioni e per una lettura dettagliata del report si può consultare il sito web.