Baobab, appello: l’amministrazione faccia qualcosa per difendere i diritti delle persone a Via Cupa

07/07/2016 di Redazione
Baobab, appello: l’amministrazione faccia qualcosa per difendere i diritti delle persone a Via Cupa

Continua l'emergenza Baobab a Roma e Medici per i diritti umani richiede alle istituzioni e alla sindaca Virginia Raggi di fornire delle risposte all'ennesima emergenza di via Cupa. I volontari di Baobab, assieme all'associazione umanitaria, stanno fornendo assistenza e supporto ai migranti che decidono di transitare o fermarsi nella capitale. Secondo quanto si legge dagli aggiornamenti della pagina Fb di Baobab Experience sarebbero circa 280 migranti allo stato attuale, per la maggioranza provenienti dal Corno d'Africa. Già dopo il primo sgombero di Via Cupa di quest'anno, dopo la bonifica dei mesi scorsi e dopo un tentativo da parte delle forza dell'ordine  di identificazione e ricollocamento, le realtà attive a sostegno dell'esperienza Baobab avevano lanciato l'allarme dichiarandosi preoccupati per la totale  assenza di un "piano B" rispetto a quello che con mille difficoltà gli attivisti hanno portato avanti per tutti questi mesi. L'unica assistenza arriva dai cittadini e dai volontari di Baobab Experience mentre la clinica mobile e gli operatori di Medici per i Diritti Umani (MEDU) continuano a fornire prima assistenza medica. MEDU chiede alla Sindaca ‪#‎Raggi, al Ministero dell'Interno e alla Regione Lazio di approntare misure immediate e civili di accoglienza per i gruppi di migranti più vulnerabili nella città di Roma, al pari di quanto avviene in altre città italiane ed europee. Non farlo è omissione di soccorso oltre che una sconfitta civile ed etica per la capitale d'Italia.