Campo Aperto: sostieni il progetto della Cooperativa l’uomo e il legno nel carcere di Secondigliano

07/07/2016 di Redazione
Campo Aperto: sostieni il progetto della Cooperativa l’uomo e il legno nel carcere di Secondigliano

"Campo Aperto": questo il nome del progetto di impresa sociale per la produzione agricola di eccellenza realizzato dalla Cooperativa  Sociale L'uomo e il legno che, da oltre vent'anni , opera nel territorio a nord di Napoli  ed è impegnata nel reinserimento sociale di persone svantaggiate attraverso il lavoro. E' proprio infatti all'interno della casa circondariale di Secondigliano che nasce il progetto "Campo aperto", volto a sostenere la ristrutturazione del progetto di vita delle persone private della libertà personale, prima che siano chiamate a rimettersi in gioco una volta scontata la pena. Ma non solo.  Il progetto ha inoltre lo scopo di sensibilizzare la comunità locale sui temi della detenzione anche per prepararla ad accogliere tutti coloro che, in uscita, hanno bisogno di accoglienza e sostegno per potersi reinserire. una Fattoria Speciale,  2 ettari di terreno  coltivato completamente in modo naturale che parte dal carcere per estendersi al territorio attraverso l'accoglienza, la  formazione e l'agricoltura, per poi ritornare dentro il carcere per la trasformazione dei prodotti alimentari.
E' possibile sostenere il progetto "Campo Aperto" fino al 20 Luglio per l' inserimento lavorativo di N.5 detenuti in agricoltura nel carcere di Secondigliano - Napoli cliccando nel sito 

Guarda il video