Prima giunta per la sindaca di Roma Virginia Raggi. Approvato l’assestamento di bilancio

21/07/2016 di Redazione
Prima giunta per la sindaca di Roma Virginia Raggi. Approvato l’assestamento di bilancio

Nel giorno in cui ricorre l'anniversario del bombardamento a San Lorenzo, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha presieduto la prima giunta del suo mandato. Due gli argomenti all'ordine del giorno: l'assestamento di bilancio (che è stato licenziato e ora dovrà andare al vaglio dell'Aula entro il 31 luglio, con una corsia preferenziale) e le linee programmatiche. Il vertice è stato allargato anche ai 29 consiglieri di maggioranza. Giovedì e venerdì dovrebbe essere convocata l'aula Giulio Cesare per iniziare l'esame. "Abbiamo approfondito tutti gli aspetti del bilancio. Le cifre, però, non le darò io - ha detto il vicesindaco di Roma Frongia, lasciando il Campidoglio -. Non si è parlato né di linee programmatiche, che verranno affrontate nella prossima seduta utile, né di deleghe perché non c'è stato più tempo di parlare di altro". Ma il Pd ha già chiesto che il Movimento 5 Stelle discuta in consiglio prima il programma della questione bilancio. "Non si può pensare di andare in Aula a discutere di assestamento di bilancio se prima la giunta non presenta le proprie linee programmatiche -  ha affermato Michela De Biase, capogruppo del Pd in Assemblea capitolina -Né la sindaca Virginia Raggi, né alcun membro della sua giunta, è ancora venuto a spiegarci quali sono le linee guida dell'amministrazione. Su quali basi possiamo andare in Aula a votare un assestamento di bilancio, quando non sappiamo neanche quali sono le linee che l'amministrazione vuole seguire?".
Nella riunione è emerso che la sindaca sta per emanare una ordinanza che prevede multe fino a 40 euro per centurioni e risciò che operano fuori dalle regole stabilite dal Comune. La Giunta M5S ha anche approvato  la delibera che conferma il provvedimento che blocca il piano di recupero di palazzo Raggi e la sua trasformazione in megastore "poiché ritenuto illegittimo".