Venerdì 24 giugno all'Anfiteatro Severiano il "Terzo Paradiso: Visioni di suoni"

07/07/2016 di Redazione
Venerdì 24 giugno all'Anfiteatro Severiano il "Terzo Paradiso: Visioni di suoni"

L'Assessorato alla Pubblica Istruzione e la Scuola dell'Infanzia paritaria comunale "Fratelli Cervi" presentano "Terzo Paradiso: Visionidisuoni". Appuntamento venerdì 24 giugno presso l'Anfiteatro Severiano a partire dalle ore 17.30 con la performance musico - teatrale di "Aperta Parentesi". A seguire alle 17.40 interverranno il Sindaco di Albano Laziale, Nicola Marini, l'Assessore alla Pubblica Istruzione, Alessandra Zeppieri, la Responsabile della Scuola dell'Infanzia paritaria comunale "Fratelli Cervi", Giovanna Del Giovane, Saverio Teruzzi di "Artivazione" e Lorenza Lorenzon, Responsabile Dipartimento Didattica MAP Museo Agro Pontino. Alle 17.50 inizierà il concerto "Orazi e Curiazi" a cura del Maestro Giorgio Battistelli con i bambini, genitori e docenti della scuola "Fratelli Cervi". Alle 18.15 ancora i bambini protagonisti con le interviste ai Maestri Giorgio Battistelli e Michelangelo Pistoletto. A seguire alle 18.45 si terrà la performance di danza "Nascimento" a cura di Emanuela Zura Puntaroni con musiche di Maurizio Mariani. A conclusione dell'evento, alle 19, sarà inaugurata la mostra "Terzo Paradiso: Visionidisuoni" con la presentazione dei dodici pannelli cromo - sonori. "Terzo Pardiso: Visionidisuoni" nasce da un progetto a cura di Iole D'Agostino, Tiziana Pastore, Francesco Saverio Teruzzi e tutto il corpo docente della scuola "Fratelli Cervi". La Responsabile della Scuola dell'Infanzia "Fratelli Cervi", Giovanna Del Giovane ha spiegato il concerto "Orazi e Curiazi" che vedrà esibirsi i bambini dell'istituto: «Il concetto di "Terzo Paradiso" è stato creato dal Maestro Michelangelo Pistoletto ed è stato da noi utilizzato già a partire dallo scorso anno, quando è stato declinato nell'ambito dell'alimentazione. Venerdì invece sarà interessata l'interazione fra suoni e luce per arrivare alla composizione musicale. Bambini e insegnanti hanno lavorato per un anno. La performance prende spunto dalla leggenda degli Orazi e Curiazi riadattata con un lieto fine». Anche l'Assessore alla Pubblica Istruzione, Alessandra Zeppieri, ha parlato dell'appuntamento di venerdì: «Coinvolgere Maestri del calibro di Giorgio Battistelli e Michelangelo Pistoletto è per noi motivo di grande orgoglio. Lo è ancor di più il fatto che questo coinvolgimento parta attraverso i bambini delle nostre scuole. L'evento di venerdì è il coronamento di un grande lavoro portato avanti dal corpo docente e dei piccoli studenti che, guidati dal Maestro Giorgio Battistelli, hanno coniugato fra loro storia, letteratura, suoni e immagini. Complimenti a tutti loro!».