Protesta dei docenti del Sud costretti a trasferimenti verso il Nord

04/08/2016 di Redazione
Protesta dei docenti del Sud costretti a trasferimenti verso il Nord

Proteste e tensione alta a Napoli e Palermo, dove si sono concentrate le manifestazione dei docenti del Meridione costretti a trasferimenti forzati al Nord del Paese come previsto dalla Buona Scuola. Nonostante il punteggio alto in graduatoria e l'esperienza, in moltissimi casi ultradecennale, i docenti saranno letteralmente riportati al Nord, pena la perdita del posto.
Non è l'unico motivo di protesta del corpo docente: le notizie confermano che sono pochi coloro che hanno superato la prova scritta del concorsone 2016 e sono stati ammessi all'orale: in alcuni casi solo un terzo dei partecipanti. Secondo alcuni quotidiani, l'alto numero di bocciature sarebbe la prova di un corpo docente poco qualificato. Ma i sindacati e gli insegnanti sostengono che il governo li avrebbe truffati in occasione di questo Concorsone 2016. A ben guardare, infatti, i docenti sono tutti abilitati: hanno cioè sostenuto in un'altra sede esami relativi alle discipline di insegnamento e sulle conoscenze didattiche e pedagogiche. In molti casi le domande del concorso non hanno rispecchiato la preparazione di docenti, nemmeno quelli con lunga esperienza, perché si tratta di insegnanti che da anni fanno lezione in una determinata cattedra e si sono ritrovati a concorrere in classi di concorso accorpate e a rispondere a quesiti fuori dalle proprie competenze.