Roma, incendio in residenza universitaria. Evacuati 40 studenti: un ferito

15/12/2016 di Redazione
Roma, incendio in residenza universitaria. Evacuati 40 studenti: un ferito

40 studenti dell'università La Sapienza hanno vissuto ore di inferno a via Assisi, al civico 73. Alle 2 di notte del 13 dicembre un incendio è divampato nella residenza universitaria. L'allarme è scattato quando le fiamme hanno invaso il secondo piano e il fumo ha ostruito i corridoi e le camere. Le squadre dei vigili del fuoco accorse per sedare il rogo, hanno impiegato due ore per domare l'incendio. Le cause sono ancora ignote e nelle prossime ore si procederà per stabilire cosa effettivamente sia successo. Un ragazzo agonizzante e intossicato è stato trasportato all'ospedale. Inaugurato nel 2007, lo studentato di via Assisi fu la prima residenza universitaria finanziata dalla Regione, con un costo di 10 milioni di euro.  "La Regione Lazio, unica fra tutte le Regioni, è intervenuta sia direttamente provvedendo a stanziare circa 103 milioni di euro, sia operativamente, attraverso la costituzione del Consorzio Pegaso che ha provveduto, in nome e per conto della Regione, a richiedere i finanziamenti statali e a realizzare tutte le procedure per la completa realizzazione degli interventi finanziati", spiegava l'ex assessore regionale alla Scuola, al diritto allo studio e alla formazione Silvia Costa nel 2007. La residenza universitaria di via Assisi dispone di 88 posti letto, di cui 13 per disabili con servizi, sale per attività culturali e ricreative, spazio internet, biblioteca, aria condizionata, posti auto e palestra. Il palazzetto resterà inagibile nei prossimi giorni per gli ingenti danni provocati dalla fiamme