Un Natale davvero speciale quello per “i più piccoli” di Casa dei Diritti Sociali

22/12/2016 di Redazione
Un Natale davvero speciale quello per “i più piccoli” di Casa dei Diritti Sociali

Alla Casa dei diritti sociali la tradizione dell'attesa del  Natale viene rispettata senza frenesie di acquisti consumistici.  Non abbiamo bisogno di stupire nessuno ma solo ritrovare il gusto di stare insieme ascoltando racconti, giocando ad antichi giochi e creando piccole opere di Natale. Il progetto "Nino torna a scuola" ci ha visti impegnati durante tutto l'anno con lavoro incessante di sostegno allo studio, all'affiancamento dei nostri ragazzi durante il percorso di canto, danza e pallavolo e con l'organizzazione di laboratori interculturali nelle scuole e presso la nostra sede.

 Dal laboratorio del "Circolo dei saperi" all'"Albero dei Diritti".
Il circolo dei saperi ci ha visti impegnati in una storia e riconoscimento del debito culturale: si tratta di portare l'alunno a riconoscere il  debito culturale che la sua cultura di appartenenza ha nei confronti di altre culture. Infatti tante realtà culturali (parole, utensili, prodotti alimentari, piante, animali, simboli, riti, ecc.) che oggi sono considerati come parte essenziale della "mia" cultura, una volta non mi appartenevano. Poi, attraverso gli scambi culturali, le mescolanze, le contaminazioni, le ibridazioni, i prestiti ecc. sono diventati elementi incorporati anche dalla mia cultura a tal punto e così profondamente che oggi forse lo abbiamo dimenticato. A questo serve il riconoscimento del debito culturale.
Ai ragazzi si tratta di far scoprire che, ad esempio, tanti termini che usiamo nella lingua italiana sono originariamente arabi; che i numeri della matematica sono arabi, che lo zero (0) ci è stato trasmesso dagli arabi che lo hanno mutuato dagli indiani asiatici.

Le azioni sono state:

  •         Narrazione della storia della principessa Didone e l'astuzia del cerchio

    • Riflessioni sul debito culturale

    • I diritti umani e l'educazione di genere

    • studio degli antichi sistemi di numerazione

  •         Mostramoci

    • Riproduzione grafica degli antichi simboli matematici

    • Illustrazione della storia di Didone in collaborazione dell'illustratore Luca Tarquini

    • Tavola del mondo e dei diritti umani

    • Storia e illustrazione del gioco della Campana o Mondo

    • Trascrizione della parodia della canzone che verrà ballata

  •         Fase del Gesto

    • Flashmob

    • EVENTO FINALE con allestimento mostra e spettacolo , consegna degli attestati di partecipazione in presenza dei genitori

 

 

Con il laboratorio dedicato "all'Albero dei diritti" abbiamo voluto proporre la storia dell'albero di Natale per poi costruire insieme il "nostro albero".
Ogni bambino rappresenta un albero dal tronco ,  le radici nella sua terra e i rami che sono braccia per toccare e abbracciare gl'altri.
Abbiamo, disegnato foglie e palline sopra ogni foglia e pallina abbiamo scritto un diritto umano.
Abbiamo quindi costruito un bellissimo biglietto d'auguri con i nostri disegni con tecnica collage e all'interno abbiamo scritto le nostri riflessioni sul mondo.
Presso la sede  della Casa dei diritti Sociali, ogni venerdì abbiamo costruito palline con la tecnica del palloncino. Le abbiamo decorate ed infine le abbiamo appese alla porta d'ingresso.
Recuperare l'essenza del periodo Natalizio parte proprio da questo!

 A cura di Antonella Pirolo
Responsabile didattica interculturale  
Casa dei Diritti Sociali della Valle dell'Aniene