Legge Bacchelli, finalmente dignità a Riccardo Orioles

23/03/2017 di Redazione
Legge Bacchelli, finalmente dignità a Riccardo Orioles

Obiettivo raggiunto! Con oltre trentamila firme, petizioni, appelli accorati e comparsate in televisione con dichiarazioni roboanti, i benefici della legge Bacchelli sono stati concessi a Riccardo Orioles, storico giornalista siciliano. La decisione del Presidente della Repubblica è stata annunciata durante la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. A comunicare la notizia, Claudio Fava - legato indissolubilmente a Riccardo Orioles - con una nota su facebook, "Oggi, 21 marzo, giornata della memoria: che per una volta non è solo esercizio della memoria ma si fa cronaca e storia. Per la prima volta una vita spesa per scrivere sulle mafie e sui suoi innominabili è considerata titolo di merito civile, non di solito accanimento". Un legame indissolubile appunto, Claudio Fava era collega di Orioles negli anni de I Siciliani, il mensile di inchiesta che negli anni '80 dichiarò guerra a Cosa nostra. "Con Riccardo, quel merito lo assume una generazione di giornalisti e di cittadini che in questi 35 anni hanno avuto il coraggio di schierarsi, di resistere, di non arretrare mai. Con lui oggi ci sono I Siciliani. E c'è anche il segno di Giuseppe Fava che quel giornale volle e che non fu mai solo un giornale. Un pensiero - mi sia concesso - va anche a chi, durante questi anni, ha inutilmente cercato di soffocare quella storia fingendo che non fosse mai esistita. Le ragioni dell'indecenza hanno sempre il fiato sporco e corto" conclude il parlamentare, addirittura figlio di quel Pippo Fava, ucciso dalla mafia per il suo lavoro di demistificazione ed inchiesta.

Riccardo Orioles è nato a Milazzo nel 1949. Nella sua carriera ha racimolato contributi pensionistici per pochi anni di lavoro, nonostante la mole di inchieste e di articoli sfornati.

Riccardo Orioles è considerato un faro, un maestro che ha dedicato la propria vita professionale alla formazione di nuove generazioni di cronisti affamati di verità. Grazie alla legge Bacchelli, gli sarà garantito l'accesso al fondo pensionistico creato per sostenere i cittadini illustri che versano in stato di particolare necessità.

"Questa è una vittoria di tutti, dei giornalisti che Riccardo ha formato, de I Siciliani, dell'antimafia sociale che non è mai stata in crisi, dei ragazzini dell'associazione Gapa, del quartiere San Cristoforo, delle famiglie di Librino, a Catania, delle connessioni positiva che ha creato in questi 40 anni di lavoro - dice il giornalista Luca Salici, promotore della campagna #MandiamoinpensioneOrioles - È tutto merito di Riccardo. E noi, nel nostro piccolo, gli abbiamo finalmente dimostrato che sappiamo fare rete".